Andy Grant, l’atleta da record con una sola gamba

Andy Grant, l’atleta da record con una sola gamba

- in RUNNING, SPORT
407
0

Andy Grant è un ex marine a cui la vita ha tolto parecchio, ma la forza di volontà lo ha spinto laddove nessuno era mai arrivato prima: ecco la sua storia

La storia di Andy Grant è emblematica: la forza di volontà può avere la meglio sugli ostacoli che la vita ci para davanti, anche quelli che sembrano difficili o addirittura impossibili da superare. Andy oggi ha 28 anni, è un ex marine e soprattutto è detentore di un record: l’uomo più veloce al mondo nel correre i 10 mila metri con una protesi ad una gamba. Ed è un simbolo per tutti coloro che lottano e ce la mettono tutta contro le avversità.

Certo, il destino sembra quasi essersi divertito nel disseminare di ostacoli la vita di Andy: a 12 anni ha perso la madre a causa della leucemia e a 17 è entrato nella Marina britannica, con il solo pensiero di rendere sua madre orgogliosa di lui. Nel 2009, in Afghanistan, rischia la vita a causa di un’esplosione: viene salvato dai medici ma perde la gamba destra. Il sollievo di essere sopravvissuto si mischia alla tristezza per non poter più praticare sport come aveva fatto fino a quel momento. andy-1

Allora forse Andy non conosceva ancora tutta la sua forza, e un evento come quello che ha vissuto ha lasciato strascichi pesanti, con una forte depressione che appesantiva le sue giornate. La riscossa, però, arriva quando meno se lo aspetta: per avere un po’ di compagnia Andy prende un cane con il quale esce la mattina per fare delle camminate, che poco a poco si trasformano in corsette ridando al giovane ex marine la voglia di vivere e di dedicarsi allo sport nonostante l’amputazione della gamba.

Andy incomincia così ad allenarsi e a prendere parte ad alcune gare paralimpiche, che però non gli bastano; vuole di più, vuole diventare l’uomo senza una gamba più veloce nei 10 chilometri, superando il primato di un canadese che dopo un incidente d’auto, e l’amputazione di un arto, corse i 10 mila metri in 37 minuti e 53 secondi. Dopo allenamenti impegnativi e una preparazione mirata, Andy è riuscito a centrare l’obiettivo correndo 10 chilometri in 37 minuti e 17 secondi, diventando il runner menomato più veloce su questa distanza. Fermarsi non è da lui: ecco perché ha già messo nel mirino le Paralimpiadi di Tokyo 2020 e nel frattempo la sua storia è diventata un docufilm girato da Matt Owen, un modo per dare forza ad altri che come lui devono fare i conti con le difficoltà della vita.

 

 

Il team di RunningMania

Commenti

commenti

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may also like

Maratona di Venezia: i favoriti al via

Mancano i grandi nomi di spicco nella startlist