Domenica si disputa la Mezza Maratona d’Italia

Domenica si disputa la Mezza Maratona d’Italia

- in EVENTI, SPORT
173
0
Fonte immagine: http://www.marathonworld.it/calcaterra-mezza-maratona-imola-2017.html

È una corsa unica nel panorama italiano poiché si tratta della sola mezza maratona che viene disputata all’interno di un autodromo, quello di Imola

Il fascino della Mezza Maratona d’Italia, che si terrà domenica 29 ottobre, sta nella sua unicità: è infatti l’unica corsa sulla distanza di 21,097 chilometri nel nostro Paese che si disputa all’interno di un autodromo, quello di Imola. Lo scenario è senz’altro suggestivo, dentro un circuito famoso in tutto il mondo poiché ha ospitato la Formula 1 per quasi trent’anni e nel periodo più ruggente, quello di Villeneuve e Piquet, poi di Mansell, Prost e Senna, fino ad arrivare all’epoca di Schumacher e Montoya.

Le velocità che si raggiungeranno domenica saranno ovviamente molto inferiori, ma correre in una pista così carica di storia sarà di sicuro una bella emozione per i partecipanti. E chi ha avuto l’idea di correre la Mezza Maratona d’Italia nell’autodromo “Enzo e Dino Ferrari” di emozioni se ne intende: si tratta di Giorgio Calcaterra, ultrarunner divenuto ormai quasi mitico per le imprese compiute nelle corse di tutto il mondo, ma che non ha perso genuinità e semplicità.

Nella giornata di domenica non si disputerà soltanto la mezza maratona: la gara principale sarà affiancata da altre due corse, una 10 chilometri non competitiva – i cui tempi però saranno comunque cronometrati – e una 5 chilometri ludica, e anch’esse si correranno fra i cordoli del circuito. Il percorso sarà lo stesso che veniva affrontato dalle vetture di Formula 1, al netto delle modifiche che sono state apportate negli ultimi anni, ma in senso inverso.

I runner appassionati di auto potranno quindi provare il brivido di percorrere alcune delle curve che hanno fatto la storia dell’automobilismo: la variante del Tamburello, dove Senna perse la vita e Berger fu salvato dall’auto in fiamme, la variante Villeneuve (in onore di Gilles che proprio in questa curva fu protagonista di uno schianto spettacolare ma per fortuna senza conseguenze), la Tosa, la Piratella, le curve delle Acque Minerali, la Rivazza; nomi ben noti a chi seguiva la F1 in quegli anni. Il via della mezza maratona è fissato per le 12:20.

 

Il team di RunningMania

Commenti

commenti

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may also like

Maratona di Atene: si corre nella storia

La maratona di Berlino è quella dei record,