Il 20 marzo pronta la scalata alla Torre Eiffel di Parigi

Il 20 marzo pronta la scalata alla Torre Eiffel di Parigi

- in EVENTI, RUNNING, SPORT
1044
1

Saranno 1665 gradini fatti di sudore, quelli che il 20 di marzo dovranno affrontare i partecipanti alla Scalata della Torre Eiffel di Parigi.

“Una gara a cronometro velocissima” ha annunciato questa mattina l’organizzatore della prova “Sono ben 41 corridori d’Elite selezionati per la prima edizione di questa manifestazione. Per questa “prima” solo 61 partecipanti sono stati ammessi, 41 Elite appunto, e 20 fortunati atleti della categoria amatori”.

Tra le “stelle” iscritte, ci sono specialisti dei Vertical, di corsa in montagna, dello stair climbing, ed anche alcuni trail runners.

La magia della Torre Eiffel di notte

A livello italiano troviamo i gemelli Dematteis (Bernard e Martin). Campione europeo di corsa in montagna e terzo classificato nella medesima rassegna continentale, rispettivamente. Ma non saranno i soli a provare ad innalzare il tricolore sul simbolo di Parigi, curiosa quanto piacevole la presenza di Urban Zemmer, recordman sul chilometro verticale, così come il compagno di club nel Bogn da Nia Marco Facchinelli, anch’egli specialista dei Vertical.

Urban Zemmer in versione...estiva

 

Tra i “grandi” dello stair climbing, e quindi sicuramente a proprio agio in questa sprint contro il tempo, ci saranno lo slovacco Thomas Celko,  terzo nel 2014 a  New York sull”Empire State Building. Ma soprattutto l’australiano Mark Bourne, da tre stagioni rimasto quasi imbattuto in ogni gara sugli scalini.

I campioni australiani di Towerrunning Suzy Whalsham  Mark Bourne (fonte stairclimbing.com.au)

Fra i francesi, spicca la presenza di Julien Moreau, terzo ai campionati francesi di maratona nel 2014, Cédric Fleureton, ex triatleta convertitosi brillantemente al trail, Julien Rancon, leader della nazionale di corsa in montagna francese, accanto a Benjamin Bellamy.

A livello femminile ci sarà la primatista del chilometro verticale Christel Dewalle a difendere i colori francesi. L’attacco più pericoloso al trono verrà probabilmente dalla specialista degli scalini australiana Suzy Walsham, tre volte campione del Vertical World Circuit (2012, 2013, 2014). Trova spazio anche fra le donne però, qualche squarcio di azzurro. Elisa Desco infatti, sarà della partita come debuttante di lusso in questo tipo di manifestazioni. Ma anche Cristina Bonacina, che invece, quanto a gare sulle torri e grattacieli di tutto il mondo, è ormai una veterana.

Qui la lista degli atleti d’elite!

 

 

http://www.corsainmontagna.it/notizie/scalata-alla-tour-eiffel-i-nomi-della-categoria-elite-che-si-sfideranno-il-20-marzo

Commenti

commenti

1 Comment

  1. bellissimo scalare i grattacieli io ho fatto solo due scalate vertical sprint torre pontina ma vorrei farne altri ho 66 anni ciaooo

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may also like

Maratona di Venezia: i fuggitivi sbagliano strada, vince un italiano!

Ha del clamoroso ciò che è successo alla