In Gran Bretagna il parkour è stato riconosciuto come sport ufficiale

In Gran Bretagna il parkour è stato riconosciuto come sport ufficiale

- in RUNNING, SPORT, VIDEO
378
0

Nato come una sorta di gioco urbano, il parkour in pochi anni è diventato una disciplina e ora viene riconosciuto dalla Gran Bretagna come sport ufficiale

In meno di trent’anni si è trasformato da gioco a sport ufficiale: è questa la parabola del parkour, disciplina nata all’inizio degli anni Novanta e che nel 2017 è stato riconosciuto ufficialmente come sport dalla Gran Bretagna, prima nazione al mondo a compiere questo passo. Alla regolamentazione del nuovo sport provvederà un ente apposito, denominato Parkour Uk, che si occuperà pure della promozione di quello che da molti viene chiamato anche “freerunning”.

La Gran Bretagna è, come detto, la prima nazione a riconoscere il Parkour come sport, ma le sue origini sono francesi; inizialmente non aveva nemmeno un nome predefinito e solo alla fine degli anni ’90 si impose il nome parkour, una trasformazione della parola francese parcours, che sta a significare “percorso”. Disciplina piuttosto particolare, il parkour sfrutta dei “circuiti” in aree urbane fatti di scale, muri, edifici fra i quali ci si muove da un punto all’altro attraverso la corsa, salti e arrampicate

Parkour in Gaza 2012

I movimenti puntano a raggiungere la massima efficienza possibile, adattando all’ambiente il proprio corpo, e gli atleti che praticano questo sport fanno ampio ricorso alle acrobazie. In Gran Bretagna c’è stata subito grande attenzione verso il parkour, diventato in pochi anni una vera e propria passione per molti giovani tanto che, nonostante le origini francesi, è l’Inghilterra ad essere considerata la patria del neonato sport, e il suo riconoscimento a livello ufficiale lo dimostra.

Nel 2012 a Westminster è sorto il più grande parco al mondo dedicato a questa disciplina e in tutta la nazione si contano una cinquantina di parchi; in poco tempo si è radicata la cultura del parkour che fa parte dei programmi di educazione fisica nelle scuole. Il riconoscimento ufficiale apre una nuova era per il parkour, che ora potrà accedere a finanziamenti statali. Grande sponsor di questa attività fisica è il ministro dello Sport Tracey Crouch, che l’ha elogiata in quanto “promuove il movimento negli spazi all’aperto”. Altre nazioni ora saranno invogliate a seguire l’esempio della Gran Bretagna?

Il team di RunningMania

Commenti

commenti

Leave a Reply

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may also like

È più importante allenarsi o dormire?

Alcune mattine la tentazione di spegnere la sveglia