La Toscana è pronta ad offrire la PisaCityMarathon 2014

La Toscana è pronta ad offrire la PisaCityMarathon 2014

- in EVENTI, RUNNING, SPORT
405
0

Il prossimo 21 dicembre è in programma la “PisaCityMarathon“, giunta alla sua 16esima edizione. Si tratta di una delle ultime maratone che si corrono durante l’anno, caratterizzata da un percorso piatto, composto in prevalenza da lunghi rettilinei, con uno scenario che può vantare pochi eguali al mondo.

La partenza e l’arrivo sono collocati in Piazza dei Miracoli, proprio ai piedi della Torre pendente. Accanto alla distanza tradizionale di 42,195 chilometri, si potrà correre la mezza maratona da 21,097 km, mentre per le famiglie si terrà la terza edizione della “Happy Christmas Family Run”, gara non competitiva con tre diverse distanze fra le quali genitori e bambini potranno scegliere (3, 6 e 14 chilometri).
Dal 2011, il percorso della “Pisamarathon” si snoda all’interno del comune di Pisa, muovendosi dal centro della città sino al mare nelle zone di Tirrenia e Marina di Pisa, per poi ritornare indietro verso il centro. La corsa comincerà in un rettilineo abbastanza largo e lungo circa un chilometro e mezzo, poi si percorreranno i lungarni e, dopo il quinto chilometro di gara, ecco un infinito rettilineo che raggiunge circa 15 chilometri di lunghezza e conduce alla costa. L’unica insidia in questo lungo tratto è rappresentata dal vento, ma la pineta dovrebbe offrire sufficiente riparo ai runners. Una volta raggiunta Tirrenia, ecco un altro lungo rettilineo al termine del quale è fissato il giro di boa che riporterà i maratoneti indietro verso Piazza dei Miracoli. Per circa 6 chilometri si correrà con il mare accanto nella zona di Marina di Pisa.
Al 30esimo chilometro ecco la foce dell’Arno e viale D’Annunzio, lungo circa una decina di chilometri; siamo notoriamente nella fase più delicata della maratona, ma i corridori potranno contare su un alleato particolare: il vento, che in questo tratto potrebbe soffiare alle loro spalle. Negli ultimi chilometri si comincia ad intravedere la sagoma della Torre, che introduce il finale di corsa con un impatto scenografico unico.

Commenti

commenti

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may also like

Attività fisica: una volta a settimana è sufficiente?

Un recente studio ha rivelato che dedicarsi all’attività