L’idea di un imprenditore: bonus ai dipendenti che corrono

L’idea di un imprenditore: bonus ai dipendenti che corrono

- in EVENTI, SPORT
289
0
Fonte immagine: https://www.linkedin.com/in/antonio-baldaccini-2b67b84

A far scoccare la scintilla è stata la maratona di New York: un imprenditore ha deciso di offrire un bonus ai dipendenti “runner” che correranno una maratona

L’immagine di un imprenditore appassionato di corsa che decide di offrire un bonus ai suoi dipendenti che si dedicano al running può ricordare quella “fantozziana” del dott. Ing. Gran Mascalzon di Gran Croc Visconte Cobram, amante però del ciclismo; scherzi a parte, l’iniziativa sottolinea la grande passione di Antonio Baldaccini per la corsa, sublimata durante la sua partecipazione alla maratona di New York. Di ritorno dalla Grande Mela, Baldaccini – che guida un’azienda umbra – ha deciso di mettere a disposizione dei suoi dipendenti un bonus di 200 euro.

I dipendenti, però, dovranno fare in modo di meritarli: tale bonus è infatti destinato solo ai primi 50 che nel prossimo anno saranno in grado di portare a termine una maratona. “La mia intenzione”- ha dichiarato l’imprenditore -”è premiare coloro che decideranno di vivere un’esperienza unica com’è la partecipazione ad una maratona”. L’idea è maturata dopo aver disputato la maratona di New York, la più prestigiosa al mondo e anche la più “magica” per certi versi.

Fonte immagine: http://www.giacomobaresi.com/2013/02/20/fantozzi-e-lo-sport-il-ciclismo-e-la-coppa-cobram/

I soldi per i bonus verranno messi a disposizione da Baldaccini direttamente di tasca sua, andando contro anche ai pareri altrui: “Mia sorella era contraria all’iniziativa, la reputava inopportuna, ma ho deciso di andare avanti ugualmente con i miei risparmi”. Non si tratta solo di un premio per incentivare lo pratica dello sport all’interno della sua azienda, ma pure una maniera per cambiare la stessa cultura aziendale, facendo in modo che i dipendenti sfidino se stessi e i loro limiti.

Solo così, secondo Baldaccini, sarà possibile spingersi oltre e migliorare. La corsa, da questo punto di vista, rappresenta forse la miglior “palestra” formativa, poiché è una costante sfida con se stessi e con gli altri, per migliorarsi e progredire. L’iniziativa è lanciata, ora non resta che vedere se avrà successo e se verrà copiata nei prossimi anni da altri imprenditori. E chissà che in futuro non si possa dire che la corsa, oltre a far bene al fisico e alla mente, fa bene pure alle aziende!

 

Il team di RunningMania

Commenti

commenti

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may also like

Marathon des Sables in Perù: iniziata la gara “infernale”

250 chilometri suddivisi 6 in tappe da correre