London Marathon: la gara di running che fa beneficenza

London Marathon: la gara di running che fa beneficenza

- in EVENTI, SPORT
484
0

La London Marathon è evento di running finalizzato alla raccolta di fondi che vengono poi investiti nelle fondazioni benefiche.

Cos’è la London Marathon e quali obiettivi si pone

La maratona di Londra è uno degli eventi nel mondo del running più attesi, ma non solo: ha anche un forte impatto, soprattutto mediatico. Essa è stata inaugurata nell’anno 1981 da Chris Brasher e John Disley. La London Marathon è una delle gare che più vengono coinvolte nella beneficenza di tutta Europa e che ha come scopo quello di agevolare non solo il mondo del running, ma anche quello di tutto lo sport.
Sono in tutto circa 250.000, ogni anno, le richieste di partecipazione. Solo il 20% di esse vengono approvate e quindi solo una piccola parte degli sportivi che fanno la domanda di adesione potrà avere l’opportunità di correre a Londra. Questa enorme raccolta, che viene ogni anno incassata dalla produzione della London Marathon, viene investita attraverso le numerose fondazioni benefiche che collaborano con l’iniziativa. Tra queste la più antica è la “London Marathon Charitable Trust“, fondata lo stesso anno in cui è stato creato l’evento della maratona. Essa si propone come obbiettivo principale quello di investire i capitali raccolti nelle infrastrutture e nei vari progetti sportivi. Dal primo anno la “London Marathon Charitable Trust” ha racimolato più di 63 milioni di sterline, ovvero 73 milioni di euro. 

Dove vengono investiti i fondi raccolti dalle fondazioni benefiche?

L’ultima maratona di Londra si è svolta il 24 aprile di quest’anno, e sono stati raccolti dalla fondazione “London Marathon Charitable Trust” 1,3 milioni di euro. Ciò che molti però si chiedono è: dove vengono investiti questi soldi?
La somma raccolta viene poi investita in 14 progetti differenti. Ad esempio vengono migliorati i campi da tennis, ristrutturate le palestre, migliorate le attrezzature per il canottaggio e il cricket. Questi miglioramenti hanno come scopo quello di agevolare il coinvolgimento sportivo sia dei giovani che degli adulti che fanno poca attività fisica.
Sarah Ridley, la responsabile degli uffici di allocazione delle raccolte della fondazione, spiega bene tutto ciò che c’è da sapere su quest’attività. Secondo quanto dichiara la Ridley, infatti, la “London Marathon Charitable Trust” si occupa della distribuzione dei fondi raccolti. Ma non solo: attualmente è alla ricerca di progetti di alta qualità che possano portare un maggior numero di persone a svolgere delle attività sportive. In Inghilterra, in base ai dati forniti dalla stessa Ridley, una persona su quattro praticherebbe attività sportive per non più di 30 minuti alla settimana. E’ un traguardo importante quello che si pone la fondazione di raggiungere ogni anno. L’interesse nei confronti dello sport è alto da parte degli enti che propongono nuovi progetti finalizzati al miglioramento delle strutture e delle attrezzature sportive. Allo stesso tempo, però, sono davvero pochissimi gli individui al mondo che dedicano parte del loro tempo all’attività fisica. E’ importante quindi sensibilizzare le persone riguardo a questo argomento, e la maratona di Londra lo fa con quella che viene definita “charity”.

 

Il team di RunningMania

Commenti

commenti

You may also like

Andrew Talansky abbandona il ciclismo per dedicarsi al triathlon

Da affermato professionista nel ciclismo a triatleta nel