Luca Cagnati entra nel Team Dynafit al fianco di altri importanti nomi del panorama della corsa off road

Luca Cagnati entra nel Team Dynafit al fianco di altri importanti nomi del panorama della corsa off road

- in SPORT, TRAIL
539
0
Il Team Dynafit si prepara ad affrontare la stagione estiva con una nuova recluta: il bellunese Luca Cagnati, giovane promessa nel mondo della corsa in montagna. Al suo fianco altri importanti nomi del panorama della corsa off road come gli ultra trailer Stefano Trisconi, Giancarlo Annovazzi, Nicola Bassi e, tra le donne, la friulana Paola Romanin.

Realizzare prodotti su misura per sportivi di alto livello, questa la filosofia di DYNAFIT, che si rispecchia nella stretta collaborazione con un efficiente team di atleti. Per la stagione agonistica 2015 il marchio che, dopo lo scialpinismo, sta conquistando anche gli amanti dell’alpine running, ha deciso di sostenere un promettente gruppo di atleti della corsa in montagna.

New entry del team DYNAFIT il bellunese Luca Cagnati, classe 1990, cresciuto a Canale d’Agordo e dall’età di 7 anni dedito allo sport, in particolare sci di fondo e corsa su strada, ma la passione per le salite e la natura l’hanno avvicinato, con il passare degli anni, al trail running.
«Della corsa in montagna e della corsa in generale mi piace il fatto che posso allenarmi ovunque, in ogni periodo dell’anno. Correre e fare sport di fatica è prima di tutto un divertimento e mi fa sentire bene con me stesso. Quando sono lì fuori da solo, mi sento libero» racconta Luca.

Si dimostra un atleta in rapida crescita e con tanti obiettivi. Dal titolo di campione italiano di trail running nella categoria under23 conquistato nel 2011, passando per vari riconoscimenti e ottimi risultati in campionati italiani, europei e mondiali, fino al primo posto recentemente conquistato nella staffetta maschile della Oetzi Alpin Marathon, e un terzo posto al Trofeo Nasego in Val Sabbia, alle spalle del campione del mondo di corsa in montagna, l’ugandese Isaac Kiprop e al connazionale Alex Baldaccini.

«L’idea di far parte di un team e di un’azienda che punta tutto sugli sport outdoor mi rende entusiasta. Spero di ottenere grandi risultati e di collaborare al meglio con questo marchio – afferma Luca in merito al suo recente ingresso nella scuderia DYNAFIT – Offrirò il mio contributo soprattutto come tester per il settore ricerca e sviluppo della divisione footwear».

Luca si sta allenando duramente per partecipare alle prossime gare «l’obiettivo principale – ci confessa – è indossare la maglia azzurra ai campionati europei e a quelli del mondo di corsa in montagna».
Un atleta forte e intraprendente quindi, che quest’anno parteciperà a molte gare, sia a livello nazionale che internazionale, come la Mount Washingthon Race negli Stati Uniti e la Fjällmaraton in Svezia.
Il suo motto è “allenarsi con passione e determinazione”, una filosofia che lo porterà lontano, nella vita e nello sport.


Fuori dalle gare Luca si definisce “un ventenne come molti altri”; ha i suoi hobby e passatempi e gli piace scoprire posti nuovi, sia al mare che in montagna, in compagnia della fidanzata Alba De Silvestro, giovane promessa dello scialpinismo e anche lei atleta di corsa in montagna.

Il team DYNAFIT ha però per la stagione 2015 molte altre frecce al suo arco a cominciare dal piemontese Stefano Trisconi, da poco convocato nella nazionale italiana Ultra Trail, ha cominciato bene la stagione conquistando vari podi: secondo all’Ossola Trail, primo al Lago Maggiore International Trail e secondo alle Porte di Pietra. Il tutto in preparazione dei Mondiali 2015 di Ultra Trail, che si svolgeranno il 30 maggio ad Annecy, in Francia.

Altra new entry del team DYNAFIT il mantovano Nicola Bassi, amante delle gare-avventura come la Iditarod, leggendaria competizione con cani da slitta che si svolge ogni inverno in Alaska, e che Nicola affronterà quest’anno nella sua versione estiva, è già stato protagonista di un successo in questa stagione vincendo la THE ABBOTS WAY ULTRATRAIL, corsa di 125 km sulla Via degli Abati da Pontremoli (MS) a Bobbio (PC).

Lo specialista di ultra maratone del team DYNAFIT, il valdostano Giancarlo Annovazzi si prefigge per questa stagione due grossi obiettivi: la Ultra-Trail du Mont-Blanc e il Tor des Geants, con la speranza di confermare, se non migliorare, il decimo posto conquistato lo scorso anno.

Infine uno sguardo al segmento rosa del team DYNAFIT con la friulana Paola Romanin, già terza quest’anno al campionato Italiano Fidal di Ultra trail e artefice di ottimi risultati nelle gare Ski Race, come il primo posto alla Maratona delle Città del vino.



Per maggiori informazioni: www.dynafit.it

 

Commenti

commenti

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may also like

Trail: 10 consigli per correre in discesa più velocemente

Nelle gare di trail che comportano lunghi tratti