Maratona di Atene: si corre nella storia

Maratona di Atene: si corre nella storia

- in EVENTI, SPORT
97
0

La maratona di Berlino è quella dei record, quella di New York è la più prestigiosa, ma ad Atene si è scritta la storia: tutto è cominciato proprio qui

Il running è nato in Grecia, si può dire: la distanza “regina” della corsa si chiama maratona non a caso, percorsa per la prima volta dal povero Filippide più di 2500 anni fa che corse da Maratona – appunto – ad Atene per annunciare la vittoria dei greci sui persiani. Il fascino della maratona di Atene nel 2017 sta proprio nella storia, e nel percorso identico a quello a di due millenni e mezzo fa, che ha richiamato al via oltre 18 mila runner desiderosi di correre nella “culla” di questa gara.

A vincere fra gli uomini è stato Samuel Kalalei, keniano, giunto per primo sul traguardo con il tempo di 2h12’27”, facendosi uno splendido regalo per il suo 25esimo compleanno. Alla vigilia c’era chi ipotizzava si potesse battere il record della maratona – di quasi 2 minuti più basso rispetto al crono fatto segnare da Kalalei – ma fin da subito si è capito che sarebbe stato quasi impossibile, viste le insolite alte temperature nelle quali si è gareggiato; già alle nove del mattino il termometro superava i 20 gradi!

Decisamente avvincente la gara femminile nella quale ha primeggiato la 18enne etiope Bedatu Hirpa Badane che ha tagliato la linea d’arrivo con il tempo di 2h34’18”, precedendo di appena 4” la prima delle inseguitrici Alice Kibor, keniana, dopo un serrato testa a testa nel finale in cui le due atlete sono sempre rimaste separate da pochi metri di distanza. Al terzo posto un’altra keniana, Nancy Arusei, che ha concluso in 2h34’51”.

Conquistare ad appena 18 anni una maratona non è da tutti, vincere la maratona di Atene significa essere predestinati: Bedatu Hirpa Badane potrebbe essere il nome femminile del futuro nella maratona, se sarà in grado di mantenere le promesse. Sono mancati i record sul traguardo, ma gli organizzatori hanno potuto godere di quelli relativi ai partecipanti: gli oltre 18 mila al via domenica hanno superato di più di un migliaio il numero di partecipanti fatto registrare nel 2016, un segnale ancor più importante in un Paese sempre alle prese con una difficile crisi economica.

 

Il team di RunningMania

Commenti

commenti

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may also like

Marathon des Sables in Perù: iniziata la gara “infernale”

250 chilometri suddivisi 6 in tappe da correre