Maratona di Berlino: tra le donne vince Cherono, ma impressiona Catherine Bertone

Maratona di Berlino: tra le donne vince Cherono, ma impressiona Catherine Bertone

- in EVENTI, SPORT
78
0
Fonte immagine: http://footwearnews.com/2017/focus/athletic-outdoor/eliud-kipchoge-gladys-cherono-take-home-gold-medals-at-berlin-marathon-431784/

Anche senza l’atteso record del mondo, la maratona di Berlino ha comunque regalato un primato, quello di Catherine Bertone, la più veloce fra le over 45

Nella gara femminile della maratona di Berlino è fin dalle prime battute una lotta tutta africana per il successo: si portano infatti subito davanti la grande favorita Gladys Cherono, insieme alla connazionale keniana Valary Ayabei e a alla coppia etiope composta da Amane Beriso e Ruti Aga. Il quartetto procede compatto fino al 35esimo chilometro, quando la corsa letteralmente esplode. La Beriso abbandona la gara e la Cherono dà l’accelerazione decisiva che le permette di liberarsi delle rivali.

Negli ultimi 7 chilometri Gladys Cherono, rientrata alle gare dopo un lungo stop causato da una frattura da stress, fa corsa solitaria conquistando il successo con il tempo di 2h20’23” e giungendo stravolta all’arrivo. Alle sue spalle si sono piazzate le ex “compagne” di fuga, Ruti Aga – crono di 2h20’41” – e Valary Ayabei, terza in 2h20’53”. Più staccate tutte le altre, a partire da Helen Tola, quarta sul traguardo in 2h22’51”. Ma è stato dietro al gruppo di testa che si è assistito alla performance più impressionante.

Sesta all’arrivo è stata classificata Catherine Bertone, atleta italiana nata in Turchia, che è sempre rimasta nel gruppetto delle inseguitrici e con un gran finale ha concluso la corsa in 2h28’34”; si tratta della miglior prestazione di una podista italiana nella maratona nel 2017, ma soprattutto del nuovo record del mondo per gli over 45: già, Catherine Bertone ha 45 anni e soprattutto non è un’atleta professionista, aspetto che rende davvero eccezionale il suo risultato. Di mestiere fa la pediatra e dunque deve conciliare gli allenamenti con il proprio lavoro.

Nella maratona di Berlino la Bertone ha migliorato di oltre 2 minuti il suo primato personale, con una prestazione che resterà memorabile per molto tempo e ha oscurato i risultati deludenti della spedizione italiana in Germania: Anna Incerti si è ritirata dopo il 30esimo chilometro, mentre fra gli uomini il miglior azzurro al traguardo è stato René Cuneaz, 23esimo con il tempo di 2h16’53”. Senza la super-Bertone, insomma, non ci sarebbero stati sorrisi per l’Italia. Ancora una volta.

Il team di RunningMania

Commenti

commenti

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may also like

Maratona di Venezia: i favoriti al via

Mancano i grandi nomi di spicco nella startlist