Maratona di Varsavia: il dramma di Recho Kosgei

Maratona di Varsavia: il dramma di Recho Kosgei

- in EVENTI, SPORT
242
0
Fonte immagine: http://athletics.co.ke/

Nella gara femminile della maratona di Varsavia si è assistito al dramma della keniana Recho Kosgei, crollata al suolo mentre si trovava al comando della corsa

La maratona di Varsavia si è disputata domenica 24 settembre, in concomitanza con quella di Berlino, con una startlist per ovvie ragioni meno prestigiosa di quella al via in Germania. La corsa femminile nella capitale della Polonia ha vissuto momenti drammatici nel finale: saldamente in testa alla corsa c’era l’atleta keniana Recho Kosgei, che però a circa 800 metri dall’arrivo ha iniziato ad avere delle difficoltà, non riuscendo più a reggersi in piedi.

Per due volte ha tentato di sollevarsi da terra, senza riuscirci; per lunghi secondi è rimasta accovacciata sull’asfalto prima di accasciarsi definitivamente. La podista è stata colpita da un malore in un punto del percorso in cui non erano presenti spettatori – se non in lontananza e probabilmente non si sono resi conto di ciò che stava avvenendo – né elementi dell’organizzazione della gara, per cui non ha potuto ricevere aiuto. Tale era il suo vantaggio sulle rivali che sono trascorsi oltre due minuti prima che venisse raggiunta da chi inseguiva.

Il primo ad arrivare è stato un atleta della maratona maschile, che vedendo la keniana distesa a terra si è fermato per accertarsi delle sue condizioni; quasi nello stesso momento è transitata la prima inseguitrice della Kosgei, l’etiope Bekelu Geletu Beji, che però quasi senza guardare ha tirato dritto andando a vincere la gara. Pochi secondi dopo anche l’atleta che si era fermato è ripartito, mentre sopraggiungevano sul luogo i primi spettatori.

La Kosgei non è riuscita a riprendersi e a portare a termine la gara, ed è stata trasportata in ospedale per accertamenti. Difficile ipotizzare le cause del malessere, anche se c’è chi ha affermato che possa essersi trattato di disidratazione. Per la cronaca, la corsa maschile è stata vinta dal polacco Blazej Brzezinski, con il tempo di 2h11’27”, mentre nella gara femminile ha ottenuto il successo Bekelu Beji, prima in 2h35’09” dopo aver “ereditato” la prima posizione dalla sfortunata Kosgei.

Il team di RunningMania

Commenti

commenti

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may also like

Marathon des Sables in Perù: iniziata la gara “infernale”

250 chilometri suddivisi 6 in tappe da correre