Mario Mola si laurea campione del mondo di triathlon

Mario Mola si laurea campione del mondo di triathlon

- in SPORT, TRIATHLON
813
0

Finale drammatico nell’ultima gara del Campionato del mondo di triathlon: Jonathan Brownlee crolla in vista del traguardo, il titolo va allo spagnolo Mola

Il Campionato del mondo di Triathlon ha vissuto un ultimo atto drammatico a Cozumel, in Messico, tenendo con il fiato sospeso gli spettatori accorsi in massa per il gran finale della competizione. Com’era nelle previsioni della vigilia, al comando della gara c’erano i fratelli Brownlee, che miravano alla doppietta dopo aver conquistato le medaglie d’oro e d’argento alle Olimpiadi di Rio: Jonathan, davanti a tutti nella classifica iridata, era in testa seguito dal fratello Alistair e i due già pregustavano un altro arrivo in parata.

Nessuno degli avversari sembrava in grado di scalfire la loro superiorità e a 200 metri dall’arrivo i giochi parevano fatti. In vista del traguardo, però, è accaduto l’imponderabile: Jonathan ha cominciato a barcollare e a rallentare vistosamente, vittima molto probabilmente di un colpo di calore; più volte si è fermato, sull’orlo del ritiro, ma è ripartito deciso a portare a termine la prova, con un gran carattere. I metri conclusivi sono stati per lui lunghissimi, interminabili; è stato raggiunto dal fratello Alistair che se l’è praticamente caricato addosso, sorreggendolo verso il finale. 

Il loro ritmo, naturalmente, è stato lentissimo in quei concitati metri finali e i due fratelli sono stati scavalcati da Henri Schoeman, triatleta sudafricano, che è andato a vincere la prova. Jonathan e Alistair hanno concluso rispettivamente secondo e terzo, con un finale a dir poco eroico per entrambi, e Jonathan è collassato una volta tagliato il traguardo, per poi essere trasportato in ospedale a bordo di un’ambulanza. Tuttavia lo sforzo immane compiuto non è bastato a Jonathan per laurearsi campione del mondo: lo spagnolo Mario Mola, giunto 5° sul traguardo, lo ha scavalcato nella classifica generale per soli 4 punti.

Un finale dai forti toni drammatici che ha suscitato non poche polemiche: il vincitore Schoeman è stato accusato di anti-sportività per aver sorpassato proprio sul traguardo i due fratelli in grave difficoltà; Mola è il nuovo campione del mondo ma tutte le attenzioni erano per i due Brownlee, eroici e sfortunati protagonisti della gara conclusiva del campionato. Terzo nella graduatoria finale – lontanissimo da Mola e Johnny Brownlee – si è piazzato un altro spagnolo, Fernando Alarza.

Il team di RunningMania

Commenti

commenti

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may also like

Marathon des Sables in Perù: iniziata la gara “infernale”

250 chilometri suddivisi 6 in tappe da correre