Mondiali di atletica 2017: dalla maratona arriva il miglior risultato per l’Italia

Mondiali di atletica 2017: dalla maratona arriva il miglior risultato per l’Italia

- in EVENTI, SPORT
203
0
Fonte immagine: http://www.4actionsport.it/mondiali-la-gara-piu-bella-meucci/

Ai mondiali di Londra ieri era la giornata delle maratone, e per l’Italia è arrivato il miglior risultato finora nella manifestazione: il 5° posto di Meucci

C’è stato bisogno del fotofinish per assegnare definitivamente la quinta posizione al traguardo della maratona a Daniele Meucci, che ha così conquistato il miglior risultato al momento della spedizione italiana a Londra. Con una vibrante rimonta finale l’atleta toscano è riuscito a scavalcare proprio sulla linea il keniano Kipketer, in un arrivo che ha generato non poche polemiche per la scelta discutibile di collocare sotto lo striscione del traguardo due diverse linee d’arrivo.

Quella valida era la seconda, mentre Kipketer si è praticamente fermato dopo la prima, ormai convinto di aver concluso la sua prova, Meucci invece ha sprintato fino alla seconda linea e l’azione gli è valsa la quinta piazza; l’azzurro ha tenuto fede alla massima di Primo Nebiolo, storico presidente delle federazioni di atletica italiana e mondiale: “Bisogna morire un metro dopo il traguardo, non un metro prima”. Meucci è stato protagonista di una gara accorta e per quasi due terzi della maratona ha lasciato intravedere la possibilità di conquistare una medaglia.

Si è gestito con saggezza non rispondendo agli attacchi degli africani che procedevano ad accelerazioni per frantumare il gruppo di testa, negli ultimi 10 chilometri ha però accusato la stanchezza e la sua azione – dopo una rimonta convincente – ha perso efficacia, sino allo sprint finale. A vincere è stato il keniano Geoffrey Kirui, che ha piazzato la stoccata decisiva al 30esimo chilometro andando poi a vincere in scioltezza con il tempo di 2h08’27”.

154333231-f2691085-ba3a-43b8-86b3-1adadd403128

Medaglia d’argento per Tamirat Tola, etiope considerato fra i favoriti della vigilia, che non è stato in grado però di reggere il ritmo di Kirui e ha concluso la gara in 2h09’49”, rischiando di perdere il secondo posto per via della rimonta finale del tanzaniano Alphonse Felix Simbu, medaglia di bronzo a 2” da Tola. Quarto l’idolo di casa, l’inglese Callum Hawkins, primo fra gli europei; come detto, Meucci ha terminato quinto facendo inoltre registrare il suo miglior personale, con il tempo di 2h10’56”.

Fra le donne vittoria dell’atleta del Bahrain, ma keniana di origine, Rose Chelimo, che dopo un avvincente duello con Edna Kiplagat ha accelerato nell’ultimo chilometro andando a vincere in perfetta solitudine. Terza l’americana Amy Cregg, che ha sfiorato il secondo posto con un gran recupero allo sprint, grazie al quale ha concluso con il medesimo tempo della Kiplagat.

Il team di RunningMania

Commenti

commenti

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may also like

Marathon des Sables in Perù: iniziata la gara “infernale”

250 chilometri suddivisi 6 in tappe da correre