Mondiali di atletica 2017: si spegne in semifinale il sogno di Tortu

Mondiali di atletica 2017: si spegne in semifinale il sogno di Tortu

- in EVENTI, SPORT
164
0
Fonte immagine: http://www.ilpost.it/2017/08/09/programma-mondiali-atletica-mercoledi-9-agosto-tortu-farah-van-niekerk/

Si è conclusa in semifinale l’avventura mondiale di Fillippo Tortu, autore comunque di una buona prova. Rischia l’eliminazione Van Niekerk. Riammesso Makwala

Il sogno mondiale di Filippo Tortu finisce in semifinale: il giovanissimo azzurro è stato autore di una prova molto buona nel suo turno, concluso però al 6° posto con il tempo di 20”62. L’esperienza londinese è stata positiva e quanto imparato durante questi giorni gli sarà senza dubbio utile in futuro; il 19enne azzurro si è confrontato senza sfigurare con gli uomini più forti sulla distanza – eccetto Bolt – e ne è uscito a testa alta. Il futuro è dalla sua e sono in molti fra gli addetti ai lavori a pensare che negli anni a venire Tortu possa regalare diverse soddisfazioni all’Italia.

Nella sua semifinale si è messo dietro atleti del calibro di Dwyer e Simbine, capaci negli anni scorsi di correre i 200 metri con tempi inferiori ai 20”. Lo stesso Tortu ha definito la gara di ieri sera “la più bella della mia vita” e sicuramente metterà a frutto quanto visto e appreso osservando atleti ben più quotati di lui. Al via della stessa semifinale di Tortu c’era pure Isaac Makwala, riammesso dalla Iaaf dopo l’esclusione-beffa del giorno prima, che tanto aveva fatto discutere.

gettyimages-828331844_master

Per poter accedere alle semifinali, l’atleta del Botswana ha dovuto disputare le batterie in solitaria nel pomeriggio: è riuscito a qualificarsi, e poi in semifinale ha ottenuto il pass per la finalissima chiudendo al secondo posto con il tempo di 20”14, alle spalle dell’americano Isiah Young, primo con 20”12. Da escluso a favorito per la finale dei 200 metri nell’arco di meno di 24 ore: a prescindere da come si concluderà la sua avventura, Makwala ricorderà a lungo questi mondiali.

La semifinale più avvincente è stata però quella a cui ha preso parte Van Niekerk: il suo sogno di fare doppietta 200-400 stava per naufragare, a causa di un eccesso di confidenza o forse di una condizione non al top. Fatto sta che il sudafricano ha rischiato di essere eliminato: nella sua gara è giunto terzo precedendo di soli 2 centesimi Christophe Lemaitre, che torna a casa. Il terzo piazzamento vale a Van Niekerk la finale, ma la conquista dell’oro è tutt’altro che scontata. Eliminato pure Yohan Blake: la Giamaica non sarà presente in finale e questa è la prova definitiva del tramonto di un’era d’oro per il piccolo Stato delle Antille.

Il team di RunningMania

Commenti

commenti

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may also like

Marathon des Sables in Perù: iniziata la gara “infernale”

250 chilometri suddivisi 6 in tappe da correre