Mondiali di atletica 2017: tornano a primeggiare gli Stati Uniti

Mondiali di atletica 2017: tornano a primeggiare gli Stati Uniti

- in EVENTI, SPORT
133
0

Era addirittura dal 2011 che gli Stati Uniti non conquistavano il primo posto nel medagliere ai mondiali di atletica leggera. Scomparsa la Giamaica

Londra 2017 è stata l’edizione degli Stati Uniti: gli atleti americani sono tornati padroni della velocità ai mondiali di atletica leggera e hanno riconquistato la vetta del medagliere della rassegna iridata, a sei anni di distanza dall’ultima volta. Ben 30 le medaglie complessive a stelle e strisce, delle quali 10 d’oro, 11 d’argento e 9 di bronzo. Al secondo posto si è piazzato il Kenya, che nel 2015 fu la nazione più medagliata e ormai da oltre un decennio occupa i piani alti del medagliere mondiale.

Gli atleti kenyani hanno portato a casa 5 ori, 2 argenti e 4 bronzi, per un totale di 11 medaglie. Sorprende il terzo posto del Sudafrica, Paese rivelazione di questa edizione della manifestazione con 6 medaglie in totale e ben 3 d’oro. Stupisce anche la Francia che due anni fa a Pechino conquistò solamente due bronzi e ora è la quarta nazione nel medagliere, il primo Paese europeo. Per i transalpini il bottino è ricco con 3 medaglie d’oro e 2 di bronzo, per un totale di 5.

Fonte immagine: http://www.athleticsweekly.com/news/london-2017-medals-unveiled-61217
Fonte immagine: http://www.athleticsweekly.com/news/london-2017-medals-unveiled-61217

La Cina si piazza al quinto posto e fa addirittura meglio dell’edizione di casa del 2015: 7 le medaglie complessive, di cui 2 d’oro, 3 d’argento e 2 di bronzo. Delude in parte, invece, la Gran Bretagna: manca l’oro nei 10 mila metri di Farah, sfuggito per pochissimo, che avrebbe permesso agli atleti del Regno Unito di agguantare il podio nel medagliere. Devono invece accontentarsi del sesto posto, con un bilancio però di tutto rispetto: 2 ori, 3 argenti e 1 bronzo.

Il tramonto di Bolt è costato carissimo alla Giamaica, che grazie alle medaglie della velocità è stata ai vertici per quasi un decennio. La crisi in questo mondiale ha fatto scivolare il piccolo Paese delle Antille in 16esima posizione, con un solo oro e 3 bronzi, stesso bottino raccolto dall’Olanda. Non era presente la Russia, per la nota squalifica legata alle vicende doping. E l’Italia? Per trovarla nel medagliere bisogna scorrere fino alle ultime posizioni, 38esima su 43, con un solo bronzo. Senz’altro meglio rispetto al 2015, quando nel medagliere finale il Bel Paese non comparve neppure, a causa dello zero in fatto di medaglie

Il team di RunningMania

Commenti

commenti

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may also like

Maratona di Venezia: i favoriti al via

Mancano i grandi nomi di spicco nella startlist