Olimpiadi 2016: il punto sul medagliere

Olimpiadi 2016: il punto sul medagliere

- in EVENTI, SPORT
477
0

A sei giorni dalla conclusione della XXXI Olimpiade, gli Stati Uniti comandano nel medagliere davanti alla sorpresa Gran Bretagna. L’Italia è ottima quinta

Pronostici rispettati, anche se non del tutto, per quanto riguarda il medagliere delle Olimpiadi di Rio: in vetta, come ampiamente preventivato, ci sono gli Stati Uniti che hanno collezionato 26 ori e un totale di 75 medaglie. Alle spalle degli americani ci si aspettava la Cina e invece è la Gran Bretagna ad occupare il secondo posto con 16 ori al suo attivo, davanti proprio ai cinesi fermi a quota 15 ori. Facile ipotizzare che la battaglia per il secondo posto fra le due nazioni sarà serrata nei pochi giorni che mancano alla fine dei Giochi Olimpici

La quarta posizione è occupata dalla controversa Russia, che ha messo insieme 11 ori, mentre al quinto posto ecco l’Italia: il risultato degli azzurri finora è sorprendente, oltre ogni più rosea aspettativa. Il weekend lungo di Ferragosto ha portato una pioggia di medaglie in diverse discipline e proprio nella giornata di ieri sono arrivate le ultime: l’oro di Elia Viviani nell’omnium (ciclismo su pista) e l’argento di Rachele Bruni nella 10 km di nuoto.

Ora nel medagliere azzurro brillano 8 ori, 9 argenti e 6 bronzi, per un totale di 23 medaglie; un bottino di tutto rispetto anche alla luce delle previsioni tutt’altro che luminose della vigilia. E altre medaglie potrebbero arrivare nei prossimi giorni da volley e pallanuoto, se i team azzurri saranno in grado di continuare come hanno fatto brillantemente finora.

La lotta per il quinto posto finale nel medagliere sarà infuocata e l’Italia dovrà vedersela con la Germania (che vanta lo stesso numero di medaglie d’oro), con la Francia ed il Giappone che hanno raccolto 7 ori rispettivamente. Curioso il caso dei nipponici: al loro attivo – oltre ai 7 ori – ci sono 4 argenti e ben 16 bronzi, quasi il triplo rispetto a Italia e Germania che precedono il Giappone in classifica. Da tenere in considerazione anche Australia e Corea del Sud, che chiudono la top ten, a quota 6 ori e ancora non tagliate fuori dalla battaglia per entrare nei primi cinque posti.

Il team di RunningMania

Commenti

commenti

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may also like

Maratona di Venezia: i favoriti al via

Mancano i grandi nomi di spicco nella startlist