Sorrisi italiani alla Rome Half Marathon Via Pacis

Sorrisi italiani alla Rome Half Marathon Via Pacis

- in EVENTI, SPORT
123
0
http://roma.corriere.it/foto-gallery/sport/17_settembre_17/rome-half-marathon-via-pacis-ci-sono-anche-perrotta-tommasi-a27a3352-9b79-11e7-99a4-e70f8a929b5c.shtml

La prima edizione della Rome Half Marathon Via Pacis ha sorriso ai colori azzurri: due vittorie italiane nella maratona maschile e in quella femminile

Debutto migliore non ci poteva essere per la Rome Half Marathon Via Pacis: la prima edizione ha visto la vittoria di due atleti italiani in entrambe le maratone, quella maschile e quella femminile. Fra gli uomini a tagliare per primo il traguardo – su più di 2 mila iscritti – è stato Eyob Faniel Gebrehiwet, nato in Eritrea ma naturalizzato italiano, che ha sconfitto la nutrita concorrenza africana grazie ad una più saggia gestione delle energie.

La gara maschile, infatti, ha visto protagonisti gli atleti africani, su tutti Gideon Kurgat e Paul Tiongik, che hanno impresso un ritmo altissimo fin dall’inizio della mezza maratona; a metà percorso i due sono in testa con una manciata di secondi di vantaggio sull’azzurro e il loro passo sembra insostenibile. Lo diventa per i battistrada stessi, che intorno al 15esimo chilometro sono costretti a rallentare e vengono superati da Faniel. Il giovane azzurro, sfruttando la sua tattica, può involarsi e andare a tagliare il traguardo a braccia alzate.

Il tempo finale è di 1h03’26” e gli permette di vincere con quasi un minuto di vantaggio su Tiongik e più di uno e mezzo su Kurgat. Per pochi secondi Eyob Faniel non ha migliorato il suo primato personale, fatto registrare la scorsa primavera a Praga, tuttavia il risultato conferma il grande potenziale di questo atleta – con i suoi 24 anni – che ambisce nel prossimo futuro a diventare protagonista anche sulla distanza regina, quella della maratona.

Ancora migliore il risultato azzurro tra le donne, con ben due atlete sul podio; pure nella gara femminile a fare il ritmo è un’atleta africana, la keniana Ivyne Jeruto Lagat, che a metà corsa sembra avere la situazione in pugno con circa 15 secondi di vantaggio su Sara Brogiato. Nel giro di un paio di chilometri, però, le forze in campo si ribaltano: la Lagat rallenta mentre la Brogiato riesce ad aumentare il proprio ritmo e andare al sorpasso, concludendo col tempo di 1h15’36”. Seconda la Lagat a quasi due minuti e terza Federica Dal Ri, per una giornata colorata di azzurro.

Maratona per tutti
List Price: EUR 10,00
Price: EUR 8,50
You Save: EUR 1,50
Price Disclaimer

Il team di RunningMania

Commenti

commenti

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may also like

A 94 anni ci lascia Harriette Thompson

È scomparsa all’età di 94 anni una delle