Una raccolta fondi per premiare Recho Kosgei

Una raccolta fondi per premiare Recho Kosgei

- in EVENTI, SPORT
165
0
Fonte immagine: http://www.runblogrun.com/2017/09/some-reassuring-information-after-the-sad-video-of-recho-kosgei-collapsing-at-the-warsaw-marathon-ca.html

Con una difficile situazione familiare alle spalle, Recho Kosgei corre per vivere: una raccolta fondi vuole ricompensarla del premio destinato al vincitore

L’ostinazione della maratoneta keniana Recho Kosgei nel voler a tutti i costi portare a termine la gara nonostante non fosse più in grado nemmeno di reggersi in piedi non era solamente spirito competitivo; ad alcuni giorni dalla maratona di Varsavia che l’ha vista sfortunata protagonista, si inizia a sapere di più sulla vita dell’atleta, che si è dedicata alle corse per poter vivere grazie ai premi. Un’esistenza non semplice, dato che è madre di quattro figli e una di questi soffre di problemi cardiaci.

Per tale motivo è stata lanciata su Twitter da Emily Evans una raccolta fondi per ricompensare la Kosgei con il premio destinato al primo classificato nella maratona di Varsavia, che non ha potuto vincere a causa del malore che l’ha costretta a fermarsi mentre si trovava in testa alla corsa. Il premio in questione ammonta a 20 mila zloty polacchi, che corrispondono a poco più di 4500 euro, somma che l’atleta avrebbe destinato alle cure mediche necessarie per sua figlia.

Sul sito justgiving.com – questo l’indirizzo https://www.justgiving.com/crowdfunding/recho-kosgei – è possibile contribuire alla raccolta fondi come sorta di “risarcimento” per ciò che è accaduto in gara all’atleta keniana. Recho Kosgei si era preparata a fondo per la maratona di Varsavia con l’obiettivo di vincerla per racimolare i soldi da destinare alle cure di sua figlia ma a causa di un imprevisto – aver mancato il rifornimento del 30esimo chilometro – non solo non è riuscita a concludere la gara, ma ha persino messo a rischio la sua salute a causa della disidratazione acuta che l’ha colpita.

All’appello di Emily Evans hanno risposto tanti runner, fra cui alcuni dei più forti come Wilson Kipsang, che attraverso il suo profilo Twitter ha invitato i propri followers ad aiutare la connazionale. Visto il grande risalto che ha avuto la vicenda della maratoneta keniana, non è difficile immaginare che la quota necessaria verrà raggiunta in tempi relativamente brevi; nel frattempo Recho Kosgei si è completamente ripresa dopo il ricovero in ospedale ed è ritornata in Kenya dalla sua famiglia.

Il team di RunningMania

Commenti

commenti

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may also like

Marathon des Sables in Perù: iniziata la gara “infernale”

250 chilometri suddivisi 6 in tappe da correre