Vincenza Sicari: dalle Olimpiadi all’impossibilità di camminare

Vincenza Sicari: dalle Olimpiadi all’impossibilità di camminare

- in RUNNING, SPORT
219
0
Fonte immagine: http://www.lastampa.it/2016/07/01/sport/atletica/vincenza-la-maratoneta-paralizzata-da-un-male-sconosciuto-aiutatemi-a-curarmi-Jh9XXbPu46VIOxW9RalImI/pagina.html

È drammatica la vicenda di Vincenza Sicari, che nel 2008 rappresentò l’Italia nella maratona olimpica di Pechino e da due anni non può muovere le gambe

Per un runner non poter muovere le gambe è quasi come morire, e molto probabilmente è questa la sensazione che sta provando sulla sua pelle Vincenza Sicari. Meno di dieci anni fa, alle Olimpiadi di Pechino del 2008, rappresentò l’Italia nella maratona femminile, oggi è immobile a letto poiché da due anni non può muovere le gambe a causa di una malattia neuromuscolare degenerativa. E da oltre 24 mesi si trova ricoverata, in attesa di accertamenti più precisi sulla sua patologia.

Ditemi di che cosa sto morendo” è stato il suo appello disperato lanciato attraverso un filmato, mentre la sua vicenda è finita addirittura in tribunale poiché gli ospedali si rimbalzano la responsabilità della sua degenza. I sintomi non sarebbero quelli della malattia degenerativa secondo l’ospedale Sant’Andrea, che quindi ha disposto le sue dimissioni in attesa del trasferimento presso un’altra struttura per esami più approfonditi.

vincenza-u43010395716098ghe--656x369corriere-web_640x360

In una nota ufficiale, l’ospedale ha anche evidenziato che la paziente necessita di assistenza psicologica/psichiatrica, e l’ex maratoneta azzurra non ha preso affatto bene tale esternazione: “Mi prendono per pazza, ma io da due anni non cammino”. Il giudice ha disposto il trasferimento di Vincenza Sicari al policlinico di Tor Vergata, che ufficialmente si dice pronto ad accogliere la paziente ma ufficiosamente fa ostruzionismo.

In mezzo a questa battaglia tra legali c’è una donna, prima ancora che una sportiva, che lotta contro una patologia fortemente invalidante: oltre a non poter camminare, infatti, Vincenza ha perso molti chili e attende ancora di sapere quale malattia la sta “distruggendo”, come ha detto lei stessa. I suoi avvocati hanno denunciato il fatto che le strutture ospedaliere, non riuscendo a venire a capo del problema, abbiano provato a far passare come pazza la loro assistita, “suggerendo” il ricovero in un reparto psichiatrico. Alla sofferenza fisica si aggiunge quindi pure quella psicologia, rendendo la situazione di Vincenza ancora più drammatica.

Il team di RunningMania

Commenti

commenti

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may also like

Maratona di Atene: si corre nella storia

La maratona di Berlino è quella dei record,