Yuki Kawauchi, il maratoneta d’acciaio

Yuki Kawauchi, il maratoneta d’acciaio

- in EVENTI, SPORT
166
0

A vederlo sembra un semplice uomo comune, ma Yuki Kawauchi non è soltanto un impiegato statale nipponico: è un vero uomo d’acciaio e a dirlo sono i numeri

Yuki Kawauchi è un impiegato statale di Saitama, ha 30 anni e a vederlo sembra un uomo come tanti altri; in realtà sta diventando una sorta di leggenda per via della sua resistenza, che in appena trent’anni lo ha portato a correre ben 75 maratone. Ma non è questo numero a renderlo un uomo d’acciaio, bensì la qualità e la consistenza dei risultati che è riuscito ad ottenere nelle maratone fin qui disputate. Proprio pochi giorni fa ha completato la sua 60esima maratona in meno di 2 ore e 16 minuti.

Un risultato ancor più incredibile se si pensa che Yuki non è un atleta a tempo pieno e dunque deve conciliare gli allenamenti con il suo lavoro, che gli consente un’unica sessione di corsa giornaliera. La scorsa domenica Kawauchi è stato “profeta in patria” vincendo proprio la maratona di casa sua a Saitama in 2h15’54”. Il suo record personale è di assoluto livello dato che ha fatto segnare un ottimo 2h08’15” e per altre dieci volte nel corso della sua carriera è riuscito a concludere una maratona in meno di 2 ore e 10 minuti.

Paradossalmente proprio la maratona di Saitama è stata una delle sue più “lente”, a testimonianza di quanto buoni siano i risultati che è stato in grado di raccogliere finora. Lo dimostra la media complessiva di tutte le maratone che ha disputato sino ad oggi, che si attesa su 2 ore 13 minuti e 35 secondi, un tempo che per tanti maratoneti equivale o si avvicina molto al miglior personale! Alla fine dell’anno manca poco meno di un mese e Kawauchi ha in programma altre due maratone (ogni anno ne corre 12).

In tanti hanno cominciato a domandarsi fin dove potrebbe arrivare se avesse la possibilità di dedicarsi alla corsa a tempo pieno e soprattutto selezionando i suoi impegni, diminuendo le partecipazioni per concentrarsi su un minor numero di obiettivi da correre sempre al top della forma. A rendere ancor più speciale Yuki c’è il fatto che sino ad oggi non è mai stato colpito da un infortunio: un vero e proprio atleta d’acciaio!

 

Il team di RunningMania

Commenti

commenti

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may also like

Marathon des Sables in Perù: iniziata la gara “infernale”

250 chilometri suddivisi 6 in tappe da correre