Adidas rispolvera il passato su due modelli di scarpe

Adidas rispolvera il passato su due modelli di scarpe

- in STYLE
67
0
Fonte immagine: https://thesolesupplier.co.uk/release-dates/adidas/adidas-stan-smith-boost-white-green-2/

White Mountaineering NMD_R2 e Stan Smith Boost: due modelli classici realizzati da Adidas rivisitati in chiave moderna con uno sguardo rivolto al futuro

Prendere un modello “vecchio”, classico, talvolta persino iconico, e rivisitarlo in chiave moderna è un’operazione spesso rischiosa ma alla quale ricorrono sempre più di frequente le aziende di calzature. Nemmeno Adidas ha voluto rinunciare a questa opera di rinnovamento di modelli che hanno fatto la storia e presenta addirittura due scarpe le cui versioni originali furono capaci di riscuotere grande successo in passato.

Partendo dalla base del modello NMD_R2 ecco la variante denominata White Mountaneering, così chiamata perché realizzata con la collaborazione del gruppo giapponese di White Mountaneering, riconosciuti maestri di stile. Il risultato è una calzatura dall’aspetto insolito, tanto che pure le tre strisce del logo Adidas sono state rielaborate: non più laterali sulla scarpa bensì trasversali lungo tutta la parte anteriore del modello, toccando l’intersuola da un lato all’altro.

La tecnologia è sempre quella Adidas, con intersuola in Boost e tomaia che si avvale del Primeknit, il materiale elastico divenuto ormai un marchio di fabbrica dell’azienda tedesca. Il prezzo è al momento di poco inferiore ai 200 euro. Le Stan Smith Boost si rifanno al modello forse più iconico e immortale di Adidas e la rivisitazione riguarda più la “dotazione” a livello tecnologico che l’estetica, rimasta fedele alle origini proprio per sottolinearne il valore e la forza, anche a livello di marketing.

Pure in questa nuova versione è stata inserita l’intersuola in Boost, come si può evincere già dal nome, per conferire al modello un connotato più da running; dall’esterno le differenze sono davvero minime e le Stan Smith nuove di zecca si discostano poco da quelle originali del 1971, privilegiando il minimalismo, vero punto di forza di questa calzatura richiesta a gran voce da molti affezionati quando ne venne interrotta la produzione. E dunque eccole di nuovo qui, in tutto il loro sobrio splendore, al prezzo di circa 130 euro.

Il team di RunningMania

Commenti

commenti

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may also like

Brooks Ghost 10: la corsa diventa fluida

Una corsa più stabile e fluida: è ciò