I pantaloni lunghi da runner all’insegna della sicurezza

I pantaloni lunghi da runner all’insegna della sicurezza

- in STYLE, TECH DESIGN
3696
0

Correre da soli, soprattutto nelle ore di buio, può creare un po’ di ansia e apprensione nei runner e, soprattutto, nelle runner. In tante si sono abituate, durante le sedute di allenamento serali, ad avere sempre a portata di mano lo smartphone, in maniera da essere pronte a chiedere aiuto in caso di necessità. Esistono, poi, anche delle applicazioni che inviano dei messaggi di sos e che in tanti installano sul telefono proprio per avere maggiore sicurezza mentre ci si trova in giro da soli. Tuttavia le app non sono il massimo dal punto di vista dell’immediatezza.

Molto spesso, infatti, cercarle nel display dello smartphone richiede tempo di cui non sempre si dispone. Inoltre, se si pensa che in caso di rapina il telefono è una fra le prime cose che vengono rubate, ecco che questo dispositivo non è in grado di garantire un livello di sicurezza adeguato, tutt’altro. Il problema, dunque, rimane ma una soluzione più affidabile già esiste ed è rappresentata da un pantalone da corsa ideato da Yogasmoga, un’azienda che, come si evince già dal nome, si occupa di abbigliamento per lo yoga puntando su tessuti tecnologicamente evoluti.

Il tight da running è nato dalla collaborazione con Wearsafe, azienda che produce dispositivi elettronici dedicati alla sicurezza che inviano messaggi di allarme in caso di necessità. Dall’unione fra queste due società è nato il pantalone per la corsa riservato a chi vuole sentirsi più sicuro correndo la sera; al momento è disponibile solamente per dispositivi iOS e il segnale viene lanciato attraverso un’applicazione da installare sul proprio device mobile. In che modo funzionano questi pantaloni?

Il dispositivo presente sui pantaloni del runner registra senza interruzione delle brevi tracce audio della durata di 60 secondi e mette a disposizione un bottone da premere in caso di pericolo. Una volta lanciato il segnale di allarme, l’applicazione invierà insieme al messaggio di richiesta di aiuto pure la traccia audio che comprende i 60 secondi precedenti alla richiesta stessa, in maniera che il segnale sia il più completo possibile a favore di chi interverrà in caso di aggressione o rapina. Yogasmoga, almeno all’inizio, venderà solo all’interno del circuito dei propri negozi questa tipologia di pantaloni.

L’obiettivo, però, è quello di estendere il più possibile la tecnologia ideata da Wearsafe, realizzando dei chip che siano economici e funzionali così da poterli utilizzare anche nei classici pantaloni da running, rendendo dunque tale dispositivo alla portata di tutti. Lo stesso fondatore di Yogasmoga ha dichiarato che sarà questo lo step successivo di sviluppo del prodotto, che può rappresentare una vera e propria rivoluzione per quel che riguarda la sicurezza dei podisti che si allenano da soli.

Non sono state ancora rese note le tempistiche di realizzazione di questi speciali tight da runner, ma con tutta probabilità dovrebbero essere lanciati sul mercato nel giro di un anno; secondo più ottimisti, già entro il 2016 potrebbero comparire i primi modelli nei negozi di Yogasmoga. E non sono pochi i runner che attendono con una certa ansia l’arrivo dei tight speciali, desiderosi di provarli e di vedere come funzionano all’atto pratico, per capire se davvero saranno in grado di garantire maggiore sicurezza a chi corre e si allena in solitaria.

Il team di RunningMania

Commenti

commenti

You may also like

Brooks Ghost 10: la corsa diventa fluida

Una corsa più stabile e fluida: è ciò