La velocità può essere allenata sul tapis roulant

La velocità può essere allenata sul tapis roulant

- in TECH DESIGN, TRAINING
438
0
Fonte immagine: http://www.junkmail.co.za/blog/technology-news-a-look-at-some-of-the-new-technology-in-2016/47949

La corsa sul tapis roulant non entusiasma i runner, in realtà però può rivelarsi utile per allenamenti incentrati sulla velocità: ecco nel dettaglio come fare

Sono pochi i runner che si mostrano entusiasti all’idea di correre sul tapis roulant: è un tipo di corsa che viene definito noioso dalla maggior parte delle persone che praticano running, ed è difficile dal loro torto; la corsa è innanzitutto libertà e correre stando fermi non dà certo l’idea di essere liberi. Tuttavia il tapis roulant può rivelarsi utile in diverse circostanze, quando ad esempio la temperatura esterna è troppo alta oppure troppo bassa per allenarsi.

In questo caso il tappeto diventa un’alternativa valida per non perdere giorni di corsa, oppure per fare lavori specifici, come ad esempio quelli incentrati sulla velocità. Uno schema di allenamento efficace in tal senso prevede 15-20 minuti di riscaldamento da effettuare ad andatura blanda con una pendenza compresa fra 0 e 1%. Dopodiché si entra nella seconda parte dell’allenamento, nella quale si mantiene il medesimo ritmo, in linea di massima quello con cui si corre una maratona.

M_tapis 2

In questa fase si effettuano 5-6 ripetizioni di circa 20 secondi con una pendenza del 7,5%, seguite da altre 5-6 ripetizioni della medesima durata ad una pendenza superiore, del 10%. Infine altre 3-4 ripetizioni – sempre di 20 secondi – con una pendenza ancora più elevata, del 12,5%. Il recupero fra una ripetizione e l’altra dev’essere di circa 1 minuto, da effettuare passeggiando al di fuori del tapis roulant.

Lo schema prevede poi una parte conclusiva in cui l’inclinazione viene riportata a 0 e si aumenta la velocità di corsa di circa 1,5 km/h rispetto a quella tenuta fino a questo momento e si mantiene finché non si raggiunge la soglia anaerobica. Quindi si scende dal tapis roulant e si cammina per circa 5 o 10 minuti. A questo punto la sessione è conclusa e – secondo l’ideatore di tale schema – già dalla seduta successiva sarà possibile percepire i benefici di tale allenamento specifico!

Il team di RunningMania

Commenti

commenti

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may also like

Com’è il tuo appoggio?

Affinché sia funzionale, l’appoggio dev’essere corretto a livello