Le innovazioni Saucony per le scarpe da running

Le innovazioni Saucony per le scarpe da running

- in STYLE, TECH DESIGN
1806
0

La collezione 2015 di scarpe da running Saucony presenta un’interessante serie di innovazioni relative a modelli classici noti più altri modelli completamente nuovi. Negli ultimi anni il brand americano ha saputo rinnovarsi continuamente e proporre soluzioni esclusive e di gran successo.

Tra i modelli di scarpa da corsa più originali di quest’anno abbiamo la ‘Breakthru‘ che si distingue per il suo aspetto di scarpa da competizione. È una calzatura di categoria A2, assai leggera (244 grammi), con una tomaia ben traspirante ed offre un’ammortizzazione neutra. La scarpa è molto comoda grazie alle imbottiture sul collare e sulla linguetta. Il suo profilo dell’intersuola è di tipo medio, con 15 mm anteriormente e 23 mm posteriormente. Può essere definita una via di mezzo tra una scarpa da gara ed una da allenamento. È perfetta per runner di peso leggero o medio (non più di 70 kg) che corrono con un buon ritmo e desiderano un modello veloce e leggero.

Un’altra nuova scarpa da running di questa collezione è ‘Zealot‘, molto flessibile e leggerissima (solo 235 grammi) ma con un’ottima ammortizzazione. Per le sue caratteristiche possiamo considerarla più un modello da competizione che da allenamento. L’intersuola è costituita dall’innovativo ‘PowerGrid+’, un EVA di basso spessore ed alte performance. L’intersuola è di 21 mm sul davanti e 25 mm sul tallone, adatta quindi al runner con appoggio anteriore. Questa scarpa Saucony è poco imbottita sulla linguetta e sul collare e si presenta con uno stile ‘Natural‘. Il modello è indicato per atleti leggeri e medi con una corsa efficiente e falcata libera. Inoltre protegge il piede senza ostacolarne i naturali movimenti.

La casa statunitense ha rinnovato il modello ‘Kinvara‘, giunta alla versione 6, con il nuovo tipo di allacciatura ‘ISOFit‘ che mantiene più stabile il piede. È talmente confortevole e leggera che sembra quasi di non portarla. La tomaia è costituita da una mescola con trama più ampia e maggiormente traspirante. È adatta soprattutto a runner neutri e leggeri per competizione ed allenamento veloce. Il modello di punta del brand, la ‘Triumph Iso‘, è la scarpa ideale per l’allenamento quotidiano. Dotata di buona reattività, è molto comoda e garantisce una perfetta ammortizzazione. La calzatura propone lo stesso sistema di allacciatura avvolgente della ‘Kinvara‘, ha la tomaia molto morbida e l’intersuola misura 21 mm sul davanti e 29 mm posteriormente. È indicata per runner pesanti e che percorrono molti chilometri.

Il modello ‘Ride 8‘ si presenta con tomaia leggerissima (266 grammi) senza cuciture di rinforzo ma assicura un’elevata resistenza. L’intersuola è molto ben ammortizzante, con 18 mm anteriori e 26 mm sul tallone, con drop di 8mm. Ideale per l’allenamento, la scarpa utilizza ‘IBR+’, una gomma abrasiva che permette un’ottima durata nel tempo. Il modello offre una buona reattività ed è utilizzabile su qualsiasi tipo di terreno. Le innovative soluzioni per le calzature da running della casa americana sono il risultato degli studi presso il Saucony’s Human Performance & Innovation Lab. Il centro è diretto da Spencer White, scienziato del Massachussets Institute of Technology (MIT), una delle principali università di ricerca del mondo. Il famoso brand di calzature sportive promette ulteriori novità ed evoluzioni negli anni a venire per migliorare sempre più le prestazioni dei runner.

Il team di RunningMania

Commenti

commenti

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may also like

Adidas rispolvera il passato su due modelli di scarpe

White Mountaineering NMD_R2 e Stan Smith Boost: due