Mal di milza: il nemico dei runner poco allenati

Mal di milza: il nemico dei runner poco allenati

- in WELLNESS
456
0

Se non avete ancora una buona condizione atletica potreste soffrire di mal di milza. Rallentate e respirate normalmente e passerà tutto.

Si presenta come un dolore intenso e fastidioso nella parte sinistra, poco sotto lo stomaco: impossibile da sopportare senza interrompere la corsa. È il mal di milza. In termini scientifici si definisce splenalgia, ed è tipico dei corridori poco allenati. Nessun problema, si tratta di una reazione normale ad uno stimolo che l’organismo non riesce a sopportare come richiesto. Ancora non esistono spiegazioni scientifiche accertate sui motivi che portano ad avere il mal di milza, ma è risaputo che i soggetti più a rischio sono soprattutto i runner in erba.

dolore-milza

Per prima cosa spieghiamo che cos’è la milza e, soprattutto quale è la sua funzione. Questo organo, posto nella parte sinistra del corpo, ha il compito di distruggere i globuli rossi vecchi, operazione chiamata emolisi. La milza può anche definirsi come un magazzino contenente globuli nuovi che vengono immessi in circolo in caso di necessità, come per le emorragie, le intossicazioni e gli sforzi intensi di tipo aerobico. In questo ultimo caso può così soddisfare l’accresciuto fabbisogno di ossigeno richiesto dallo sforzo a cui sono sottoposti i muscoli durante un allenamento.

Passiamo ora a capire il motivo per cui si può avvertire un dolore alla milza quando si corre. Cominciamo con una buona notizia: anche se fa male, la vostra milza sta benissimo, non ha nessun problema. Il vero problema è la vostra condizione fisica. Probabilmente non siete così allenati da poter tenere determinati ritmi questo provoca il dolore in questione. La scienza non ha ancora fornito una risposta definitiva in merito alle cause del male alla milza. L’ipotesi più accreditata ritiene questo disturbo come una conseguenza della respirazione intensa e accelerata: questa comporterebbe una decisa pressione dei polmoni sui muscoli del diaframma che si trova a stretto contatto proprio con la milza. La milza sarebbe quindi sottoposta a questa compressione e, da qui, partirebbe il dolore.

dolore-al-fianco-sinistro3

Concludiamo cercando di capire cosa fare nel caso avvertiate il male alla milza. Il consiglio è quello di non interrompere l’allenamento e di proseguire nella vostra corsa. Non forzate la respirazione in quanto non fareste altro che aumentare la pressione contro la milza facendo quindi crescere anche il dolore. Cercate, se possibile, di respirare normalmente e di correre rallentando il ritmo. Se vi accorgete che la situazione non migliora allora fermatevi e prendete fiato cercando di recuperare il prima possibile un ritmo normale di respirazione. In questo modo vi accorgerete che il dolore alla milza scomparirà nel giro di pochi istanti. Ma poichè prevenire è meglio che curare, cercate di allenarvi con costanza incrementando i carichi di lavoro in modo graduale: così facendo il vostro organismo si abituerà progressivamente allo sforzo e voi non sarete più soggetti ai fastidiosi dolori provocati dalla compressione della milza. Attenzione però a non esagerare: l’incremento da un allenamento all’altro non deve mai essere superiore del 20% rispetto al precedente. Esempio: se oggi avete corso per un chilometro, domani non dovete superare il chilometro e duecento metri: eviterete così di fare allenamenti eccessivi o di fare sforzi che il vostro fisico farebbe fatica a sopportare.

 

 

Il team di RunningMania

Commenti

commenti

You may also like

Se i piedi del runner si addormentano…

Sono tanti i runner a cui si addormentano