Controllo dell’allenamento: di cosa si tratta e in che modo funziona

Controllo dell’allenamento: di cosa si tratta e in che modo funziona

- in CONSIGLIATI, TRAINING
799
0

Il controllo dell’allenamento è uno strumento che può rivelarsi molto utile per il runner e consente di capire in che modo si evolvono le sessioni

Il momento della verifica è fondamentale in tanti ambiti, fra i quali anche quello sportivo: si arriva al punto, infatti, in cui è necessario fare un bilancio di un determinato periodo per capire cosa ha funzionato e cosa no e ciò che bisogna modificare per migliorare. Il controllo dell’allenamento è lo strumento che i runner hanno a disposizione proprio per verificare la loro attività fisica, i progressi e i cambiamenti da apportare prendendo in considerazione sia gli allenamenti che le gare svolte in un preciso periodo di tempo.

Il controllo dell’allenamento si basa su due fasi: la prima di queste è la raccolta dei dati, che richiede costanza e precisione poiché è necessario trascrivere su carta, o al pc, le statistiche relative ad ogni allenamento, indicando il numero di chilometri percorsi, la velocità, la frequenza dei battiti al minuto e i recuperi, a cui aggiungere qualche piccola nota dedicata alle sensazioni personali relative ad ogni seduta, che in futuro aiuteranno a “ricordare” meglio lo stato d’animo al termine dell’allenamento. 

Per la raccolta dei dati, potrebbe essere d’aiuto stilare una tabella settimanale, nella quale risulta più comodo collocare le informazioni e renderà più agevole la seconda fase, quella dell’analisi, indispensabile per effettuare una valutazione complessiva del lavoro che è stato svolto. In tal modo sarà possibile farsi un’idea chiara del quadro della propria attività fisica, notando eventuali errori o mancanze nel metodo di allenamento.

Se si notano delle discrepanze o non si riesce a tenere un determinato ritmo per uno specifico tipo di gara, è il segnale che qualcosa non va e bisogna intervenire per modificare l’allenamento, puntando a velocizzare se si risulta troppo lenti oppure riducendo l’intensità delle sedute se queste si rivelano troppo gravose e possono portare ad un sovraccarico. Grazie al controllo dell’allenamento sarà più semplice monitorare la propria attività fisica e ottenere dei miglioramenti sia sul medio che sul lungo periodo.

Il team di RunningMania

Commenti

commenti

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may also like

Com’è il tuo appoggio?

Affinché sia funzionale, l’appoggio dev’essere corretto a livello