RunKeeper: l’app che sta spopolando tra gli appassionati di running

RunKeeper: l’app che sta spopolando tra gli appassionati di running

- in CONSIGLIATI, STYLE
654
0

Tra gli applicativi dedicati a chi ama la corsa, RunKeeper sta riscuotendo un notevole successo: ecco le principali caratteristiche dell’app sviluppata da FitnessKeeper.

Oggigiorno gli appassionati di running, grazie alla diffusione di dispositivi mobile e soprattutto alla condivisione dei dati sui social network, possono usufruire di programmi ad hoc che aiutano a migliorare le prestazioni non solo sul campo, ma anche in fase di pianificazione. Un esempio è l’app mobile RunKeeper (funzionante coi sistemi Android e iOS) che, dopo essere stata sviluppata in italiano da FitnessKeeper Inc., sta spopolando tra i runners.

Come funziona
Uno dei vantaggi offerti da quest’app, usata da circa 40 milioni di utenti in tutto il mondo, è che non solo chi corre ne può fare uso, ma anche gli amanti di altre discipline (walking, mountain bike, canottaggio e sci) hanno la possibilità di configurarla per le proprie esigenze. Per quanto riguarda il running, RunKeeper si basa sul sistema GPS dello smartphone, valutando in tempo reale non solo il percorso effettuato ma anche parametri più tecnici quali l’altimetria o, dal punto di vista fisiologico, una stima delle calorie bruciate: tutti i dati vengono registrati in modo da poter essere letti e rielaborati, al fine di permettere a ciascuno di individuare il ritmo e il chilometraggio ideali. Inoltre, come è facilmente intuibile, durante l’allenamento è preferibile utilizzare l’app installata sullo smartphone, mentre in fase di riposo si possono analizzare i dati della prestazione comodamente su di un tablet.

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

Impostare un piano di training
Una delle feature principali offerte da RunKeeper è quella di impostare dei piani di allenamento, funzionalità molto apprezzata dai runners più esperti che vogliono tenere sotto controllo ogni parametro della prestazione. Infatti, oltre a dei piani preimpostati dal software che si presentano come una sorta di obiettivi di livello crescente da completare (ad esempio, correre una 10 Km in almeno 60 minuti oppure ottimizzare gradualmente i riscontri cronometrici in vista di una mezza maratona), se ne possono settare altri, personalizzati sulle esigenze del runner. La differenza tra le due modalità sta nel fatto che i piani di training già caricati nel database di RunKeeper sono presentati in modo dettagliato e inseriti in un vero e proprio calendario di eventi suddivisi tra uscite settimanali e sessioni di scarico che culmineranno nel giorno della gara. L’app dispone anche di un promemoria che aggiorna di volta in volta l’utente a proposito della prossima seduta, fungendo così anche da planner o coach virtuale.

runkeeper-642x451

Gestione e condivisione dei dati di corsa
Un altro aspetto da prendere in considerazione nell’utilizzo di RunKeeper è la gestione dei dati registrati nel corso di una performance. L’applicativo di FitnessKeeper Inc. nasce già come una sorta di piattaforma social a sé stante che permette ai diversi utenti di aggregarsi, scambiandosi informazioni e dati cronometrici: anche per questo motivo, l’esportabilità di queste informazioni sui social è abbastanza intuitiva e, dopo alcuni mesi, ha contribuito a far nascere anche in Italia una community di appassionati. I dati possono sia essere importati da un altro dispositivo GPS oppure uploadati manualmente: a margine verranno visualizzati alcuni parametri (il tempo di percorrenza, la frequenza cardiaca e una stima dell’andatura) in modo da fornire a colpo d’occhio un quadro abbastanza esaustivo dell’intera sessione.

 

Il team di RunningMania

Commenti

commenti

You may also like

Mantenere alta la velocità sino a fine gara: ecco come fare!

La tendenza a rallentare nel finale di una