Una torta alle mele speciale per il runner di ritorno dalla corsa

Una torta alle mele speciale per il runner di ritorno dalla corsa

- in CONSIGLIATI, NUTRIZIONE
2224
0

Una merenda sana e gustosa per il runner goloso ma che tiene alla propria linea

Che si parli di muscoli, di corsa o di alimentazione, un runner che si rispetti è sempre un passo avanti rispetto a tutti gli altri. E lo è anche sul fronte della merenda, visto che un velocista sa benissimo come saziare i sensi e lo stomaco pur senza ingozzarsi di cibo spazzatura ad alto contenuto calorico. La ricetta di oggi è quella della torta di mele, in una versione dietetica ma buona da leccarsi i baffi.

Per l’impasto vi occorrono 100 grammi di zucchero di canna, possibilmente integrale, 150 grammi di farina, un uovo, un pizzico di sale, 100 grammi di burro freddo, della cannella e una punta di lievito per dolci. Disporre lievito e farina a fontana, per poi unire l’uovo, il sale e lo zucchero di canna. L’impasto dev’essere lavorato molto velocemente ed energicamente, come si fa con la pasta frolla. Quando sarà omogeneo, avvolgetelo nella pellicola e lasciatelo riposare in frigorifero per almeno una ventina di minuti. Dopodiché, stendete la pasta e foderate una teglia da 22 centimetri di diametro – sceglietene una a cerniera – precedentemente imburrata o oleata.

Tenete da parte un terzo dell’impasto, che vi occorrerà dopo. Bucherellate la pasta stesa sul fondo della teglia e infornate a 180 gradi per dieci minuti. Nel frattempo, concentratevi sul ripieno della torta, per il quale vi occorreranno un chilo e mezzo di mele, mezzo cucchiaino di cannella -sostituibile con qualunque spezia vogliate -, 40 grammi di zucchero di canna, 150 di uvetta o mirtilli disidratati e 70 di burro. Sbucciate le mele e tagliatele a pezzettini. Poi mescolate burro, zucchero, cannella e uvetta, che avrete ammollato per qualche minuto, e versate tutto sull’impasto raffreddato. Con la pasta messa da parte, rinforzate i bordi della torta. Infine, procedete alla preparazione dello streusel. Lavorate grossolanamente 150 grammi di farina integrale, 100 di burro e 110 di zucchero di canna integrale. Col crumble che otterrete coprite completamente il ripieno della torta, che a questo punto dovrete solo infornare per un’ora a 180 gradi.

Anche questo dessert, naturalmente, rispetta i dieci comandamenti su cui si basa la merenda del runner. Che, lo ricordiamo, sono:
1) La merenda dev’essere sempre variegata, fantasiosa, ma sana;
2) Il caffè, checché se ne dica, non è assolutamente una merenda;
3) Lo spuntino è doveroso perché fa lavorare continuamente il metabolismo, condizione necessaria per avere un fisico perfetto;
4) Sì a frullati, smoothie e centrifugati d’ogni tipo, ma anche ai succhi di frutta, a patto che siano privi di zuccheri aggiunti;
5) Portare sempre con sé un sacchetto che contenga una dose di frutta secca: largo a mandorle, nocciole, anacardi e noci;
6) Evitare i distributori automatici di snack, bibite gassate e merendine;
7) Mai limitarsi a sorseggiare un all’ora della merenda. Associatelo a dei biscottini o ad una barretta;
8) Fare merenda per evitare, alle 20, di aver voglia di un chilo di pasta e di un numero non meglio definito di pizze ultra condite;
9) Consumate ogni giorno una dose di semi, da aggiungere a torte o biscotti o da mescolare allo yogurt;
10) Dopo aver toccato il cielo con un dito con la torta alle mele che vi abbiamo insegnato a preparare, concedetevi anche un pezzo di formaggio. Dopo l’allenamento è la ricompensa ideale. Provare per credere!

 

Il team di RunningMania

Commenti

commenti

You may also like

Dolci da runner: la cheesecake al… cannolo!

Il regime alimentare di un atleta prevede pure