Yoga, una strategia preventiva contro il rischio cardiovascolare

Yoga, una strategia preventiva contro il rischio cardiovascolare

- in CONSIGLIATI, WELLNESS
438
0

Lo Yoga garantisce a chi lo pratica una serie consistente di benefici, come la riduzione di ansia e stress, il sollievo in caso di dolore cronico, la possibilità di contrastare i disturbi del sonno. Ma i benefici correlati a questa disciplina di origine indiana non si esauriscono qui. Infatti, secondo le conclusioni di uno studio revisionale realizzato da un team composto da ricercatori del Medical Center della Erasmus University di Rotterdam e dell’Harvard School of Public Health di Boston e pubblicato sulla rivista “European Journal of Preventive Cardiology”, lo yoga contribuisce anche a ridurre i fattori di rischio cardiovascolare alla stessa stregua di attività sportive come il ciclismo, la corsa o la camminata veloce.


Gli autori dello studio, sotto la supervisione della professoressa Myriam Hunink, hanno preso in esame i dati relativi a 37 ricerche precedenti, con test effettuati su 2768 soggetti. Tali ricerche hanno dimostrato che praticare yoga regolarmente apporta notevoli vantaggi alla salute cardiovascolare, aiutando a ridurre l’indice di massa corporea, abbassando i valori di pressione e colesterolo e contrastando l’ispessimento delle arterie e la risposta infiammatoria, in maniera tale da diminuire il rischio di infarti e ictus.

Questi effetti risultano ancora più consistenti quando sono abbinati a una terapia farmacologica adeguata, come ad esempio l’assunzione di statine per ridurre i livelli di colesterolo nel sangue.

Per spiegare questi notevoli benefici, gli autori dello studio chiamano in causa le conseguenze positive assicurate dallo yoga relativamente allo stress, quindi sullo stato neuroendocrino e sulla funzione metabolica e cardio-vagale.

In considerazione del fatto che questa disciplina costituisce un’attività per la quale non occorrono attrezzature costose e che risulta praticabile anche da persone impossibilitate a sostenere gli sforzi fisici più impegnativi richiesti dalle attività aerobiche tradizionali, come nel caso di persone anziane e di coloro che sono affetti da disturbi cardiaci preesistenti, da dolori articolari e muscolo-scheletrici, gli studiosi auspicano che lo yoga possa diventare un trattamento e una strategia preventiva contro i problemi di tipo cardiovascolare.

di Giuseppe Iorio

 

 

http://www.megliosapere.info/2015/01/yoga-strategia-preventiva-rischio-cardiovascolare/

Commenti

commenti

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may also like

Mantenere alta la velocità sino a fine gara: ecco come fare!

La tendenza a rallentare nel finale di una