Liu Xiang si ritira, ecco la sua storia…

Liu Xiang si ritira, ecco la sua storia…

- in RUNNING, SPORT
466
0

Stavolta Liu Xiang è pronto a dire davvero basta. Il più forte campione d’atletica cinese di ogni tempo vuole dare l’addio definitivo all’attività agonistica, secondo quanto ha confermato anche il suo allenatore Sun Haiping ad un giornale del suo paese.

La carriera di Liu è stata piena di grandi soddisfazioni, di cadute e di risalite. Un autentico fuoriclasse della specialità dei 110 metri ad ostacoli, dei quali è stato anche detentore del record mondiale. Tutto è iniziato nel 2001 con la vittoria nelle Universiadi di Pechino, seguita due anni dopo dal bronzo ai mondiali all’aperto di Parigi, sempre nella stessa disciplina. Il 2004 è l’anno della consacrazione: alle Olimpiadi di Atene, il cinese conquista la medaglia d’oro eguagliando il record mondiale di Colin Jackson, con 12”91. Nel 2005, è argento ai mondiali di Helsinki dietro al francese Doucouré.

Nel 2006, ecco la migliore prestazione mondiale nel meeting di Losanna, con il tempo di 12”88. Diventa campione del mondo nel 2007 ad Osaka, in Giappone, correndo i 110 hs in 12”95. È uno degli atleti asiatici più amati in assoluto, anche se i veri problemi sono dietro l’angolo. Si presenta alle Olimpiadi di Pechino 2008 come grandissimo favorito, ma è costretto a ritirarsi nella batteria di qualificazioni a causa di un infortunio al tendine d’Achille. Dopo alti e bassi e problemi fisici che lo attanagliano, Xiang si ripresenta ai Giochi di Londra 2012. Anche in questo caso, le cose non vanno bene. L’infortunio a quello stesso tendine si riacutizza e il cinese cade al primo ostacolo, lasciando lo stadio con un’ovazione dedicatagli dal pubblico britannico dopo aver voluto comunque concludere la prova. Potrebbe essere la sua ultima apparizione di sempre da atleta di alto livello.

Il team di RunningMania

Commenti

commenti

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may also like

Avon Running 2017 a Milano: un trionfo di pubblico

Il running si è confermato in prima linea