Come sostenere allenamenti poco graditi

Come sostenere allenamenti poco graditi

- in CONSIGLIATI, TRAINING
146
0
Preparazione

Come comportarsi quando si è costretti a sostenere sessioni di allenamento poco gradite? Ecco alcuni consigli utili per rendere tutto più semplice.

L’allenamento non è tutto rose e fiori. Diversi sono i momenti in cui si ha la necessità di intraprendere sessioni di training alquanto particolari, in alcuni casi ben poco piacevoli. Tutto ciò serve per migliorare in misura sensibile la propria condizione fisica, magari in vista di un evento agonistico di una certa rilevanza. Vediamo come bisogna muoversi per sostenere allenamenti poco graditi, rendendo tale pillola molto più semplice da digerire.

La fase iniziale delle sessioni poco gradite

Capita molto spesso ad un runner di doversi cimentare in discipline che poco gli aggradano. In particolare, una delle pratiche che meno piacciono è sicuramente rappresentata dal nuoto, uno sport che richiede una serie di competenze specifiche. La sua importanza è sotto gli occhi di tutti, dato che tonifica i muscoli sia della parte superiore che di quella inferiore del corpo umano, oltre a migliorare in misura sensibile la resistenza. Tornando ad un discorso generale, quando si intraprende un programma o si è seguiti da un coach, gli allenamenti poco graditi sono all’ordine del giorno. Bisogna predisporsi al meglio nei loro confronti.

Allenamenti

La capacità di capire a cosa serve allenarsi contro voglia

Il punto di vista atletico-fisico è sicuramente fondamentale per tutti coloro che danno vita ad una sessione di allenamento, di qualsiasi genere. Tuttavia, in alcuni casi subentra il fattore psicologico, che spesso coincide con la forza di volontà e l’impegno da adoperare quando si ha l’obiettivo di oltrepassare i propri limiti. Per rendere tutto più semplice, bisogna essere in grado di gestire lo stress e la fatica, derivanti da un training poco gradito o comunque troppo complicato. La mente deve essere in grado di superare ogni ostacolo e avere la capacità di fronteggiare la paura nella maniera migliore. In questo modo, anche gli esercizi che sembrano difficili da mandare giù possono essere presi con maggiore leggerezza.

Le precauzioni da intraprendere per trarne benefici

Cosa bisogna fare per sostenere allenamenti poco graditi? Come già detto in precedenza, ciò che conta è mettere sulla stessa riga il fattore fisico con quello mentale, acquisendo la predisposizione giusta a portare a termine ciascuna sessione stabilita in fase di preparazione. Inoltre, è fondamentale stare attenti alla gestione delle forze, senza chiedere fatiche eccessive al proprio fisico. Allenarsi come se non ci fosse un domani può creare danni anche piuttosto gravi al corpo umano. Tutto va dosato con impegno e precisione, specialmente se è odiato.

 

 

Il team di RunningMania

Commenti

commenti

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may also like

Come riprendere a correre più forti di prima dopo una lunga pausa

Non lasciamoci abbattere da uno stop prolungato: ecco