L’importanza di conoscere il percorso prima di una gara

L’importanza di conoscere il percorso prima di una gara

- in RUNNING, SPORT
376
0

Ecco spiegato il perché, conoscere il percorso che si dovrà affrontare prima di una gara risulta essere fondamentale.

Conoscere perfettamente il percorso che si deve affrontare è essenziale: ogni atleta, dilettante o professionale che sia, esegue una sorta di ispezione sul terreno della competizione.
Le motivazioni che giustificano tale comportamento sono molto semplici: in primo luogo, gli atleti potranno controllare coi proprio occhi il tipo di strada che dovranno affrontare, e dunque non presentarsi impreparati.
Il vedere ed esaminare ogni tipo di avversità che potrebbe presentarsi durante la gara infatti permette agli stessi atleti di studiare una strategia che risulti essere vincente, e che permetta loro di poter trionfare nel momento in cui si svolgerà la gara.
Inoltre, è di fondamentale importanza studiare il percorso in quanto ci si potrà preparare ad affrontarlo, percorrendone magari uno simile: questo comportamento non è di certo scorretto, ma al contrario, permette agli atleti di potersi allenare nel giusto modo per poter impressionare positivamente durante la gara.
Queste dunque sono le principali motivazioni che spingono un atleta ad ispezionare anticipatamente il percorso che dovranno affrontare.
Ogni insindia ed anche eventuali cambiamenti climatici non saranno di certo un problema, se si decide di adottare questa particolare strategia, visto che si potrà immaginare come il percorso, che potrebbe essere più faticoso, deve essere affrontato.
Anche gli atleti di fama nazionale della corsa, come Alice Gaggi e Gabriele Abate usano questa strategia preliminare, ed i risultati si notano sempre al termine delle varie gare, dove riescono a figurare in maniera positiva per l’ottima prestazione mostrata.

Il team di RunningMania

Commenti

commenti

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may also like

Maratona di Venezia: i favoriti al via

Mancano i grandi nomi di spicco nella startlist