Allenamento di mantenimento

0
179

L’allenamento di mantenimento risulta essere molto importante, visto che questo permette ai runners e agli amanti della corsa, nonché di tutte le altre discipline sportive, di poter avere un corpo perfetto e di poter sfornare sempre ottime prestazioni.

L’allenamento di mantenimento è essenziale: durante il periodo di inattività dalle gare infatti, per poter essere sempre in grado di mettere in campo ottime prestazioni, è necessario che un atleta effettui questo tipo d’allenamento.
Esso è suddiviso in due fasi: la prima ha una durata di circa due mesi, e prevede un misto di pedalate, accompagnate da corsa per circa quaranta minuti al giorno, per sei giorni a settimana.
Questa parte serve ad aumentare il consumo d’ossigeno e fortificare la resistenza di una persona.
Successivamente, la seconda fase è costituita dalla possibilità di ridurre le sessioni di allenamento, optando per due o quattro sedute a settimana: nel primo caso, è necessario effettuare corsa e pedalate per mezz’ora a sessione, mentre nel secondo caso si parla di venti minuti per volta.


Questi particolari allenamenti servono agli atleti in quanto, grazie ad essi, è possibile ritrovare la giusta forma fisica e soprattutto per poter recuperare il ritmo degli allenamenti durante il periodo d’attività.
Gli atleti di qualsiasi squadra e nazionalità si cimentano nell’allenamento di mantenimento: Pablo Toca e Giuseppe Grange sono due degli atleti famosi in tutto il mondo che sfruttano i periodi di inattività per poter effettuare tale pratica, che permette loro di tornare in una forma atletica perfetta.

Il team di RunningMania

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here