È possibile conciliare la corsa con le allergie primaverili?

0
176
È possibile conciliare la corsa con le allergie primaverili?

Le allergie tipiche della primavera possono essere molto fastidiose, in primis per gli atleti: si può conciliare la corsa con i disturbi dovuti alle allergie?

Quanti runner ogni anno si trovano costretti a fare i conti con le allergie primaverili? Stando alle statistiche non sono pochi coloro che durante gli allenamenti o le gare in primavera accusano disturbi a livello respiratorio – che possono sfociare in asma nei casi più gravi – bruciore e arrossamento degli occhi, attacchi di starnuti, rossori e forme di dermatite che colpiscono la pelle. Intervenire per ridurre al minimo tali disturbi è indispensabile affinché le allergie primaverili non incidano negativamente non solo sulle prestazioni del runner, ma anche sul suo stato di salute.

È possibile conciliare la corsa con le allergie primaverili?

Per poter conciliare la corsa con le allergie sono necessari innanzitutto degli esami per capire esattamente a cosa si è allergici, dopodiché è possibile intervenire con specifiche vaccinazioni che si effettuano prima del periodo più a rischio a seconda della sostanza alla quale si è risultati allergici al test. In alternativa al vaccino esistono i farmaci antistaminici in varie forme (spray nasale, compresse, pomate, colliri) da utilizzare prima dell’esposizione all’allergene.

Con tali sistemi si può contrastare l’allergia ed eventualmente è possibile ricorrere anche a terapie parallele che prevedono ad esempio l’utilizzo del cortisone, sconsigliato però a chi pratica corsa a livello agonistico poiché è una sostanza che viene considerata dopante e di conseguenza si potrebbe risultare positivi ai test antidoping che si effettuano al termine delle competizioni. Per poter assumere il cortisone, inoltre, è necessaria la prescrizione medica nella quale vengono riportate le modalità per la somministrazione.

È possibile conciliare la corsa con le allergie primaverili?

La questione diventa più complessa e delicata se l’allergia provoca anche asma: in questi casi è indispensabile avere sempre appresso durante la corsa e gli allenamenti uno spray anti-asma, necessario per placare i sintomi. Al di là dei farmaci, poi, è possibile contrastare le allergie anche in un alto modo: studiando la mappa dei pollini ai quali si è allergici così evitare le zone in cui tali pollini sono più presenti quando ci si allena. In questo modo si potranno ridurre e persino eliminare gran parte dei sintomi dell’allergia in quanto è assente il suo fattore scatenante e sarà possibile allenarsi senza problemi ed in maniera più proficua.

Il Team di RunningMania