I trucchi a tavola per definire la propria muscolatura

0
7018
definire-la-muscolatura

Correre può essere utile non soltanto a mantenersi in forma e a perdere peso ma anche ad avere dei muscoli più definiti. In che modo? Combinando la giusta alimentazione.

Costruire i muscoli non è solo una questione di palestra. Oltre all’allenamento occorre anche una corretta alimentazione, tenendo a mente che ciò che si introduce nel proprio corpo svolge un ruolo importante nella costituzione della massa muscolare. Ecco allora cosa può fare un runner per “costruirsi” una muscolatura e mantenersi in salute, indipendentemente da dalle sedute aggiuntive in palestra, seguendo alcune regole alimentari molto semplici ma efficaci.

Scegliere le giuste fonti per le proprie calorie quotidiane

Fare il pieno di energia (e di calorie) tramite un’alimentazione costituita da cibo di pessima qualità non ha molto senso. Ciò che si introduce nel proprio organismo gioca un ruolo enorme per la formazione di massa muscolare, pertanto occorre scegliere le fonti proteiche più adatte.

definire-la-muscolatura

Imparare a calcolare il proprio fabbisogno proteico

Secondo gli esperti, l’organismo ha bisogno di 1 grammo di proteine ogni 0,45 kg. Il corpo può assorbire soltanto dai 25 ai 35 g di proteine a pasto, quindi occorre lavorare sulla supplementazione, ossia l’integrazione delle sostanze necessarie a migliorare le nostre performance.

Aggiungere le proteine derivate dal siero del latte

Per ottimizzare le energie fornite dallo spuntino prima dell’allenamento o dopo, le proteine presenti nel siero del latte possono davvero fare la differenza. Come? Assumendole a distanza di un’ora dalla seduta. Si possono aggiungere ad un frullato o a un centrifugato di verdura e frutta. In alternativa si possono assumere le proteine di uova, pollo o pesce.

definire-la-muscolatura

Non di sole proteine vive il runner

Per sviluppare i muscoli non bastano solo le proteine, ma come consigliano gli esperti sono necessarie anche le fibre ed i minerali delle verdure e i cosiddetti grassi “buoni”. Il trucco per assumerli è cercare di comprenderli ad ogni pasto, includendo sempre una porzione di verdure e alimenti come mandorle, arachidi e noci, avocado, pesce azzurro, salmone, olio di semi e naturalmente olio extravergine d’oliva.

Il Team di RunningMania

Leggi anche:

Prepara questa bevanda al cioccolato per un recupero post allenamento al top

Spinaci: che effetto hanno sui muscoli?