Triathlon: i momenti giusti per l’integrazione

0
59
momenti-giusti-per-lintegrazione

Gestire tre sforzi diversi e consecutivi nel triathlon non è cosa semplice e nulla va lasciato al caso, nemmeno l’integrazione. Vediamo come gestirla anche nelle fasi di cambio disciplina.

Il triathlon necessita di una gestione particolare dell’integrazione che copra ognuna delle tre frazioni di gara, ossia nuoto, bici e corsa. A ben vedere, però, le frazioni di gara sono 5, se si contano anche le due transizioni da una disciplina all’altra. Tali passaggi possono essere sfruttati per la strategia di integrazione.

Come sfruttare le fasi di transizione per rifornirsi di energia

L’impegno e lo sforzo muscolare che il triathlon comporta sono notevoli soprattutto per i cambiamenti ai quali il fisico è sottoposto. Per questo motivo imparare a gestire le fasi di transizione diventa fondamentale ed è qui che si può assumere “energia”, optando per carboidrati liquidi come maltodestrine e fruttosio e anche un piccolo quantitativo di caffeina per favorire la disponibilità di energia nel resto della competizione.

momenti-giusti-per-lintegrazione

Approfittare di ogni momento

Esistono anche altre fasi di gara che si possono sfruttare per l’integrazione. È importante anzitutto l’idratazione, specialmente durante la frazione di ciclismo; in questo frangente è consigliabile bere a piccoli sorsi in maniera costante una bevanda che abbia fruttosio, maltodestrine e sali minerali. Se la distanza è maggiore, come nel caso di triathlon olimpionico, meglio munirsi di due borracce, una per gli integratori, l’altra per l’acqua.

L’integrazione è importante anche nel finale di gara: la corsa, si sa, è la frazione più dura, soprattutto per via dello sforzo profuso nelle frazioni precedenti. Per molti triatleti, però, l’integrazione in questa fase risulta difficile, se non impossibile. In questo caso meglio evitare gli integratori liquidi e preferire maltodestrine e fruttosio in tavolette.

momenti-giusti-per-lintegrazione

L’integrazione continua anche dopo la gara

Una volta conclusa la competizione, la strategia di reintegro deve continuare. Nella mezz’ora post gara serve assumere un altro integratore liquido a base di carboidrati ad alto indice glicemico. Si tratta di fruttosio, saccarosio, glucosio, sali minerali, proteine, maltodestrine e aminoacidi a catena ramificata. È importante recuperare anche a tavola. Ecco quindi che si rende necessario adottare un’alimentazione sana e bilanciata dove non devono mancare omega 3 e sali minerali.

Il Team di RunningMania

Leggi anche:

Impara a gestire la tua gara di triathlon dopo una partenza shock

Vuoi diventare un vero ironman? Abbandona queste 5 scuse