Scarpe da running: una scelta delicata

0
313
Scarpe da running: una scelta delicata

I runner più esperti lo sanno bene: la scelta della giusta scarpa da corsa è quanto mai delicata e complessa, poiché bisogna tener conto di diversi fattori

Per ogni runner arriva il fatidico momento in cui bisogna scegliere le scarpe da corsa da acquistare: una decisione delicata poiché è necessario informarsi sui numerosi modelli presenti in commercio e conoscere le proprie caratteristiche. La scarpa ideale, infatti, deve fornire adeguata protezione e comfort in base non soltanto alle esigenze del runner ma anche alle sue peculiarità. In particolare, il podista deve soffermarsi sul proprio tipo di appoggio.

Scarpe da running: una scelta delicata

Esistono runner pronatori e iperpronatori – nei quali l’arco mediale, quando il tallone è poggiato al suolo, è vicino a terra e le cui scarpe si consumano in misura maggiore nella parte interna – e runner supinatori, detti anche ipopronatori, nei quali invece l’arco mediale è sollevato dal suolo quando il tallone tocca terra e tendono a consumare di più la parte esterna della suola della scarpa.

Oltre all’appoggio, bisogna tenere conto della postura, del peso, della distanza nella quale ci si vuole cimentare, del tipo di superficie nella quale si corre (asfalto, pista, terra etc.) e della velocità di corsa. Le scarpe si dividono in maxi-categorie, che possono essere così definite: minimaliste, superleggere, intermedie, neutre e stabili. Le calzature minimaliste fanno del comfort il loro punto di forza e sono pensate per la corsa veloce.

Scarpe da running: una scelta delicata

Le superleggere sono indicate per la corsa su superfici regolari a ritmo abbastanza veloce e richiedono una struttura osteoarticolare perfetta, o quasi. Quando si parla di questo tipo di scarpa, bisogna scegliere un modello che sia adatto alle proprie caratteristiche di appoggio, altrimenti si possono avere dei problemi durante la corsa. Le intermedie sono scarpe che vantano una certa versatilità e possono rivelarsi delle buone calzature anche per la corsa di fondo; la maggior parte delle scarpe intermedie in commercio sono dotate di tecnologie utili a compensare i difetti di appoggio di cui abbiamo parlato in precedenza.

Le scarpe neutre (dette anche di massimo ammortizzo) sono le più utilizzate in assoluto perché in grado di adattarsi a molti differenti tipi di piede e di appoggio durante la corsa. Sono indicate nello specifico per la corsa a ritmo regolare e per i runner che hanno bisogno di un’elevata ammortizzazione (da qui deriva il nome della scarpa). Le stabili sono scarpe specifiche per chi ha forme di appoggio plantare particolari e dunque non sono per tutti, anzi utilizzandole senza che vi sia una esigenza specifica possono causare problemi alle caviglie.

I diversi tipi di calzature sono contraddistinti poi da sigle: le minimaliste sono contrassegnate dalla sigla A0, le superleggere corrispondono ad A1, le intermedie sono A2, le neutre A3 e le stabili A4. In linea di massima si può affermare che i corridori più leggeri, fra i 50 e i 60 chilogrammi, possono affidarsi a scarpe minimaliste e superleggere se i loro tempi di percorrenza sul chilometro sono inferiori ai 4’30”, mentre è meglio puntare sulle intermedie se i tempi risultano più lenti.

Scarpe da running: una scelta delicata

Per i runner fra i 60 e gli 80 kg che corrono un chilometro con un tempo inferiore a 4’30” sono indicate le superleggere e le intermedie, per tempi superiori sono invece migliori le intermedie e le stabili. Al di sopra degli 80 chilogrammi, le intermedie sono le scarpe di riferimento per chi corre più rapidamente altrimenti si opta per le stabili.

Naturalmente queste sono solo indicazioni di massima: peso dell’atleta e ritmo di corsa sono soltanto alcuni dei parametri da valutare e per una scelta ottimale non si può non conoscere il tipo di appoggio e la propria postura. Fra le scarpe attualmente in commercio, i marchi Asics e Brooks sono quelli dal miglior rapporto fra qualità e prezzo, e piacciono ai runner perché in grado di offrire loro ciò di cui hanno bisogno a seconda delle differenti esigenze e caratteristiche.

 

 

Il Team di RunningMania