Quanto incide il peso sulla prestazione?

0
936

Quanto incide il peso sulla prestazione della corsa? Domanda cruciale che tutti i corridori si pongono, da quelli amatoriali a quelli professionisti.


I runner sovrappeso vanno incontro a dei problemi quali, ad esempio, quelli tendinei e muscolari, e devono affrontare una fatica assai maggiore nello svolgimento dell’esercizio. Perciò, migliorare il peso fino a raggiungere quello “ideale” è senz’altro necessario per evitare di peggiorare la qualità della propria corsa e anche della propria salute. In poche parole: la vita atletica dello sportivo sovrappeso potrà essere davvero breve e non di ottima qualità.


Per quanto concerne l’incidenza sulla prestazione del peso, basti pensare che nelle gare di resistenza, prendendo ad esempio un atleta standard, 1 kg di peso può essere valutato in circa 2,5 sec/km. Questo significa, calcoli alla mano, che se si pesa 10 kg di più del dovuto, correndo i 5000 m si accumulano oltre due minuti in più sul tempo di percorrenza. Un risultato non indifferente per chi corre a livello agonistico.


Per misurare il proprio peso forma ideale e confrontarlo con quello reale, si possono utilizzare due metodologie: la prima, veloce e semplice, l’IMC (Indice di Massa Corporea) che si ottiene dividendo il peso, espresso in kg, per il quadrato dell’altezza, espressa invece in metri. La misura del grasso corporeo totale è preferibile perché più precisa e attinente alla reale situazione del corridore.
Se si scopre di essere in sovrappeso, è meglio evitare diete improvvisate o che promettono risultati rapidi e indolori. La dieta ideale va stabilita direttamente con il medico, e in ogni caso deve essere raffrontata all’attività fisica che si svolge.

Il team di RunningMania

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here