Allenarsi da infortunati

0
229
correre-infortunati

Per un runner, un infortunio rappresenta un grosso problema, soprattutto a livello psicologico: la pressione del non potersi allenare e del non poter tornare a competere, aumentano giorno dopo giorno. Che fare allora?


Cosa comporta questa particolare situazione? Il runner frustrato tenta di allenarsi prima del dovuto, e di conseguenza aggrava la sua situazione: se un infortunio avrebbe richiesto tre mesi di stop forzato, con un rientro anticipato il tempo di recupero potrebbe aumentare a sette mesi o più. Come comportarsi dunque in questo caso?

Le alternative al running quando siamo infortunati

Nuoto e corsa in acqua

Il podista infortunato può effettuare esercizi alternativi, come ad esempio nuotare: questo perché il corpo viene protetto dall’acqua, ed è praticamente impossibile subire ulteriori urti. In questo modo, inoltre, il fisico riuscirà a mantenere l’abitudine allo sforzo.  Invece di correre per un’ora, nuotare in piscina per circa trenta o quaranta minuti rappresenta la soluzione migliore per recuperare o mantenere la propria condizione aerobica. Esiste addirittura una pratica, chiamata Deep Water Running, pensata apposta per riprendersi al meglio da un infortunio senza sovraccaricare le articolazioni e per mantenere i muscoli attivi.

correre-infortunati

Ciclismo

Se non si ama particolarmente il nuoto o comunque la piscina, si può optare per una bella pedalata in sella alla propria bicicletta: lo sforzo che compirà il corpo sarà inferiore rispetto a quello compiuto durante la corsa, anche se allenarsi con la bicicletta richiede più tempo. Per recuperare la propria forma occorre effettuare 90 minuti di pedalata al posto di un’ora di corsa.

correre-infortunati

Body Building

Infine, vi è la possibilità d’allenarsi in palestra, con i pesi. In questo modo si eviteranno sforzi inutili nella parte del corpo infortunata, ed allo stesso tempo si manterrà il proprio fisico in forma, mantenendo i muscoli reattivi.

Come abbiamo visto esistono delle valide alternative se proprio non si vuole restare a riposo in attesa di guarire dall’infortunio. È importante però capire e valutare se sia effettivamente possibile praticare sport in base al tipo di infortunio; per questo motivo è sempre consigliabile consultare prima uno specialista.

Il Team di RunningMania

 

Leggi anche:

I cibi che soccorrono i runner infortunati

I dolori e i disturbi più comuni legati alla corsa

Running e infortuni: la pratica errata dell’autodiagnosi e le sue conseguenze

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here