Gli infortuni più comuni nella corsa

0
364

La corsa, come qualunque altra attività sportiva, non è immune dagli infortuni. Alcuni sono più frequenti di altri, vediamo quindi in che modo si manifestano e come possono essere trattati.

Infiammazione plantare

È un’infiammazione che riguarda la base del piede e lo si può considerare come l’infortunio peggiore per un runner. Si presenta con un senso di dolore alla base del piede, che può estendersi ed aumentare d’intensità. Fra le principali cause troviamo il sovrallenamento oppure scarpe non adatte. Per la guarigione ci si deve affidare ad uno specialista e, per evitare che si manifesti di nuovo in futuro, bisogna rafforzare i muscoli plantari con un po’ di stretching.


Infiammazione al tendine d’Achille

In questi casi si avverte dolore nella zona posteriore del piede, poco sopra il tallone, e il tessuto potrebbe anche gonfiarsi. Questo genere d’infiammazione può richiedere tempi piuttosto lunghi di guarigione. A provocarla potrebbero essere caviglie troppo strette, che finiscono per scaricare sul tendine eccessiva pressione. Bisogna interrompere immediatamente gli allenamenti, restare a riposo e tentare di sfiammare la zona con del ghiaccio. Sul lungo periodo, anche in questo caso si dovrebbero rafforzare i muscoli inferiori della gamba con lo stretching.


Ginocchio del corridore

Coloro che ne sono afflitti avvertono dolore alla base della rotula, e se si prosegue nell’attività fisica il dolore aumenta d’intensità. Colpisce in prevalenza chi corre su superfici irregolari, ma spesso può essere causato da scarpe inadeguate. Bisogna fermarsi e trattare il ginocchio con anti-infiammatori. Una volta curata l’infiammazione, il consiglio per fare in modo che il problema non si ripresenti è lavorare sulla tecnica di corsa, accorciando il passo e trovando il corretto baricentro del corpo.

Il Team di RunningMania

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here