L’idratazione durante la corsa: 5 regole fondamentali che devi conoscere

0
988
idratazione

L’idratazione è basilare nella pratica sportiva perché influenza le performance di un runner e ne garantisce l’integrità fisica. Le regole per mantenere un’idratazione corretta durante lo sforzo sono molto semplici, vediamole insieme.

1 – Non bere più di 10 cl per volta

Maggiore è il quantitativo di liquido assorbito in una volta sola, maggiore è l’intervallo di tempo che serve per lo svuotamento gastrico, di conseguenza la reidratazione risulta meno efficace. Per assimilare nel modo giusto è meglio quindi bere un sorso abbondante (due al massimo) per volta, equivalente a 5-10 cl.

2 – Bevi fin dall’inizio

La disidratazione può verificarsi già prima della partenza per diversi fattori, ad esempio a causa degli esercizi di riscaldamento o anche per via dello stress. Durante lo sforzo si può arrivare a perdere, in meno di un’ora, sino ad un litro d’acqua. È meglio non aspettare quindi ed è consigliabile bere un sorso abbondante d’acqua non appena si comincia.

3 – Bevi a cadenze regolari

Bisogna bere regolarmente ed aumentare la frequenza anche in base alla temperatura. L’ideale sarebbe bere un sorso d’acqua ogni 5 minuti e mai superare i 10, nemmeno se la temperatura è bassa e non si avverte la necessità di bere.

4 – Abituati a bere durante l’allenamento

Questa abitudine migliorerà la qualità di ogni allenamento e il recupero. Inoltre sarà utile per imparare a gestirsi l’apporto idrico razionale.

5 – Scegli la bevanda in base al percorso

Non solo acqua, in base allo sforzo che si deve intraprendere si possono considerare anche bevande energetiche studiate apposta per fornire l’apporto idrico necessario e garantire l’energia glucidica
adeguata.

Il Team di RunningMania

 

Leggi anche:

Sport e alimentazione: le alternative salutari agli energy drink

Energy drink: sono un supporto utile per il runner?