103 anni e non sentirli: la storia di Julia, runner “uragano” di energia

0
293
Julia Hawkins

Una vera e propria forza della natura: l’ultracentenaria Julia, nota come “The Hurricane” ha corso i 100 metri nei National Senior Games di Albuquerque.

Julia Hawkins non è una vecchina come tutte le altre: nonostante la sua veneranda età, ben 103 anni, è una runner perfettamente in grado di gareggiare sui 100 metri! Quest’anno è stata la più anziana partecipante dei Giochi nazionali senior ad Albuquerque, negli Stati Uniti, competizione dedicata agli atleti over 50, conquistando il record del mondo della categoria. Classe 1916, originaria di Baton Rouge, Louisiana, Julia ha percorso i 50 metri in 21,06” e nella gara del giorno seguente, ha corso i 100 m in 46,07”. Una vera e propria forza della natura, tanto da essersi conquistata il soprannome di “The Hurricane” (L’Uragano).

Julia Hawkins

Vivere con passione è la chiave

La runner, durante un’intervista concessa al New York Times, ha raccontato: “Ho sempre corso le Senior Olympics in bici e quando sono diventata troppo vecchia [a 100 anni, ndr] per sostenere le salite in collina e utilizzare ingranaggi e cose varie, ho deciso di andare a correre. Corro nelle stradine vicino a casa mia, di tanto in tanto, ma non spesso”. Alla domanda riguardante il segreto della sua longevità, Julia ha spiegato, a fine gara: “È sufficiente semplicemente rimanere attivi, fare esercizio e mantenere un peso regolare, ma anche avere un sacco di interessi e fare quello che ci piace. Bisogna appassionarsi a tante cose in modo da tenere mente e corpo occupati”.

E ha aggiunto: “Cercate sempre momenti magici. È quello che ho fatto io per tutta la vita. Riflettete su tutte le magie che ci accadono ogni giorno: le albe, i tramonti, gli arcobaleni, i bellissimi volatili, la musica e i commenti positivi delle persone. Sono momenti magici e gratuiti per tutti”. Il running non è l’unica passione di Julia, la quale ama leggere, fare lunghe passeggiate e dedicare amorevoli cure al giardino di casa ricco di ortensie, rose e peonie. E senza dimenticare gli affetti: Julia ha una famiglia composta da 4 figli, 3 nipoti e un pronipote; il marito Murray, invece, se n’è andato qualche anno fa, dopo ben 70 anni di matrimonio insieme.

Julia Hawkins

Non è mai troppo tardi!

Dello stesso avviso è anche Giuseppe Ottaviani, pluricampione nostrano nonché coetaneo di Julia, il primo e unico centenario al mondo che ha eseguito il salto triplo nella categoria master (M10) e che pratica ben 11 specialità dell’atletica leggera. Per Giuseppe è la curiosità che lo spinge a vivere ed il suo motto è sempre stato “Lo sport è vita”. Insomma, non è mai troppo tardi nella vita per iniziare a correre e fare ciò che amiamo! E se lo dicono loro, c’è davvero da crederci. E tu, che scusa hai per non allenarti?

Julia Hawkins

Il Team di RunningMania

 

Leggi anche:

Correre: cambiare la propria vita con passione

Corsa: come mantenere viva la motivazione