Motivazione per l’allenamento: ecco come “smontare” le 6 scuse più comuni

0
669
motivazione-per-lallenamento

Tra il dire e il fare c’è di mezzo… una scusa! Sì perché ogni giorno possiamo trovare una giustificazione a noi plausibile per non fare qualcosa e questo vale anche per l’attività fisica e in particolare per la corsa. Ecco quindi le scuse che dovremmo evitare per trovare la motivazione giusta per lanciarci in pista.

Non ho abbastanza motivazione

La madre di tutte le scuse. Che però si può combattere facilmente trovando una reale motivazione per fare movimento: si può decidere di correre per se stessi, per sentirsi meglio fisicamente ma anche per scaricare tutte le brutture della giornata grazie alle endorfine; si può correre per divertirsi e per il gusto della compagnia e allora per mantenere viva la fiamma basta avere un appuntamento fisso con qualche altro amico appassionato. Si può correre anche per fare del bene ad altre persone, e in tal caso, iscriversi ad una corsa di beneficenza può essere un ottimo motivo per allenarsi, no?

Fa troppo caldo, fra troppo freddo, c’è vento, piove

Anche in questo caso non attacca. Se stiamo bene e a meno che non vi siano condizioni di allerta meteo, le aziende di abbigliamento sportivo ci hanno messo a disposizione un’ampia gamma di indumenti, scarpe e accessori adatti a qualsiasi condizione meteorologica. E persino per tutte le tasche.

motivazione-per-lallenamento

Non so correre

Che è un po’ come dire “non so respirare”. L’essere umano è “progettato” per correre lunghe distanze e questo grazie ad un arco plantare che dà la spinta in avanti, le dita dei piedi allineate e la regolazione della temperatura corporea attraverso il sudore. Quindi, a meno che non vi siano impedimenti di tipo fisico, chiunque può cominciare a correre. Grazie all’allenamento, inoltre, è possibile perfezionare la propria tecnica di corsa e migliorare gradualmente il gesto atletico. Come per ogni cosa, dopotutto, ci si migliora esercitandosi.

Correre mi annoia

Se la corsa vi annoia davvero, sicuramente non sareste qui! Ma se la vostra paura è ritrovarvi a fare sempre le stesse cose potete ovviare al problema cambiando ogni giorno il vostro programma di allenamento. Un esempio? Provate ad introdurre il fartlek! Oppure, se amate correre con la musica, preparatevi ogni settimana la vostra tracklist personale. O, ancora, cambiate spesso percorso e fondo di corsa, non disdegnando salite, discese ma anche immersioni nella natura.

motivazione-per-lallenamento

Non ho mai tempo

Si tratta della scusa che diciamo più spesso. Non siamo noi, è il logorio della vita quotidiana che ci risucchia tutto il tempo! Ma sapevate che bastano anche solo 20 minuti al giorno per ottenere tutti i benefici che la corsa garantisce? E allora niente scuse, impegniamoci a trovare questi 20 minuti solo per noi.

Sono stanco/a

Il grado di stanchezza personale lo possiamo definire solo noi che la stiamo provando, questo è innegabile. Tuttavia, sebbene occorra molta energia per correre, farlo attiva un circolo virtuoso, poiché riceveremo in cambio le benefiche energie delle endorfine. E questo vale anche se, dietro questa scusa, in realtà intendiamo “Sono triste”. Correre, inoltre, permette di migliorare la qualità del riposo e ciò consente di avere maggiori energie durante la giornata.

motivazione-per-lallenamento

Il Team di RunningMania

 

Leggi anche:

4 trucchi per ritrovare la motivazione per allenarsi

103 anni e non sentirli: la storia di Julia, runner “uragano” di energia